Mondadori acquisisce aNobii, il (defunto) social network della lettura

Il social network dedicato alla lettura e ai lettori è diventato di proprietà di Mondadori.

A rendere pubblica la notizia è stata la stessa Mondadori con un comunicato:

Il Gruppo Mondadori ha acquisito da Anobii Ltd. il marchio e gli asset di Anobii, la piattaforma mondiale di social reading che vanta più di un milione di utenti nel mondo e la sua base più forte, con 300mila lettori, proprio in Italia.

Mondadori, quindi, ha acquistato aNobii, il celebre social network dedicato alla lettura e ai lettori. Anche se bisognerebbe dire: il fu celebre, dal momento che da un bel po’ di tempo a questa parte aNobii sembra essere morto. Per la serie: il tarlo della lettura ha distrutto tutto. Un social network con pochissime chance, a mio modo di vedere (e lo dico da utente da tempi immemori): basti pensare solo alla difficoltà, frequente, di caricare libri e dover aspettare lunghissimo tempo prima della loro approvazione. In ogni caso, speriamo che Mondadori possa risollevare le sorti un po’ di questo social network.

Dell’acquisto è lieto Greg Sung, fondatore di Anobii che afferma:

La nostra missione è da sempre quella di dar vita a una comunità dove i lettori di tutto il mondo possano condividere, approfondire e alimentare la loro comune passione per la lettura e i libri. Con questo accordo abbiamo finalmente le risorse per portare avanti questa missione in modo ancora più incisivo.

aNobii

Che farà Mondadori? Per ora si concentrerà sull’aspetto tecnico:

Sono già previsti investimenti per una nuova fase in cui, in breve tempo, Anobii raggiungerà i più elevati standard tecnologici e sarà dotato delle risorse necessarie per lo sviluppo di nuove funzionalità al servizio degli utenti.

Secondo quanto afferma Mondadori

I lettori, la loro passione per la lettura, il loro desiderio di condividere esperienze e suggerimenti resteranno al centro della piattaforma.

Ce lo auguriamo.

  • shares
  • Mail