Lacrime nella pioggia, di Rosa Montero. Omaggio a Blade Runner. Io ne ho viste cose che voi umani...

lacrime-nella-pioggia-montero-salaniLacrime nella pioggia, di Rosa Montero, scrittrice spagnola, già tradotta in Italia, e affermata giornalista di El Paìs, è un romanzo di fantascienza ispirato - ma sviluppato in modo molto diverso - al film Blade Runner, di Ridley Scott, e al romanzo distopico e filosofico Il cacciatore di androidi, di Philip K. Dick, da cui il film è tratto; il titolo stesso richiama la frase - ormai citazione "storica" della fantascienza - che l'androide Roy Batty, interpretato da Rutger Hauer, pronuncia durante gli ultimi istanti di vita: «Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi. Navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione. E ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhauser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime nella pioggia. È tempo di morire».

In Lacrime nella pioggia - che è un libro dalle atmosfere noir sulla fugacità della vita (*) ed «è una storia di lotta per la sopravvivenza e anche un romanzo sulla morale politica e l'etica individuale; sull'amore e sulla necessità dell'altro, sulla memoria, l'identità» e la xenofobia - vengono raccontate le vicende della detective replicante Bruna Husky.

Siamo nel 2109, a Madrid, negli Stati Uniti della Terra, e il mondo è popolato principalmente da umani e replicanti. Inizialmente creati per compiere lavori pericolosi - come esplorare e lavorare su altri pianeti, raggiunti grazie al teletrasporto (con qualche conseguenza quasi alla Timeline, di Michael Chricton, sia per umani che per extraterrestri) - e dotati di data di scadenza (dopo pochi anni sopraggiunge una malattia mortale), i replicanti, in seguito a rivolte sanguinose avvenute decine di anni prima, hanno ottenuto pari diritti e dignità rispetto agli umani (a parte la data di scadenza...). La loro mente artificiale viene costruita a tavolino da artisti specializzati che confezionano ricordi ad hoc, della cui "falsità" i replicanti, però, sono consapevoli.

La storia comincia quando la solitaria, cupa, triste (le è appena morto il ragazzo replicante) investigatrice privata Bruna Husky, a pochi angosciosi anni dalla sua stessa fine predeterminata, comincia a indagare su alcune morti sospette: i suoi consimili impazziscono improvvisamente, uccidono e poi si suicidano. Pare che il problema risieda nella «memorie adulterate vendute da spacciatori» (*) (sounds Strange Days?).

Finirà per scoprire che si tratta di un complotto su vasta scala teso alla riscrittura della storia e all'annichilimento di una parte della popolazione che la Montero svelerà contemporaneamente alla presentazione di un mondo futuribile e tecnologico davvero complesso e ben congegnato (di cui si scoprirà anche il passato, la religione, la struttura politica, quella coloniale e spaziale, etc) e allo sviluppo della vicenda personale della protagonista e degli interessanti personaggi che "popolano" la sua vita e quel mondo. Lunga vita alla fantascienza!

Rosa Montero
Lacrime nella pioggia, 2012 (Lágrimas en la lluvia, 2011)
Salani Editore
€ 18,00
Uscito il 10 maggio

Monica Cruciani alias AyeshaKru scrive di fantasy e fantastico in generale, molto di urban fantasy & paranormal romance, sia per young adult(s) che per adulti. Potete trovare qui gli ULTIMI ARTICOLI e qui lo SCHEMA delle serie in corso.
  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: