L'estate del Coniglio nero, il disagio adolescenziale in un romanzo

Edito da Piemme, l'ultimo romanzo dello scrittore inglese Kevin Brooks.

A tratti ricorda "Donnie Darko" - film sull'adolescenza e i problemi relativi a quella fase - "L'estate del Coniglio nero", ultimo romanzo dello scrittore inglese Kevin Brooks.
Edito da Piemme, il libro è un thriller che ruota sulla vita di un gruppo di giovani amici, tutti adolescenti.

Ed è il dramma dell'adolescenza, il disagio e la sofferenza di questa delicata tappa della vita a fare da filo conduttore del libro. Protagonista è Pete ed i suoi amici, Nicole, Eric, Raymond e Pauly, pronti a salutarsi per l'ultima volta prima che finisca l'estate. Ma succederà qualcosa che cambierà per sempre le loro vite.

Un romanzo in cui le emozioni estreme dominano la scena, come gli eccessi, le droghe, lo sballo. Così lo recensisce il Guardian: “Questo libro è un sacco di cose – un ritratto della confusione esistenziale dei teenager, una riflessione su come può cambiare la natura di un’amicizia quando si cresce, un’inquietante rappresentazione della comune paura adolescenziale di essere sull’orlo della psicosi – ma soprattutto un tesissimo, allucinato, meraviglioso thriller”.

Anche la vita dell'autore è curiosa: di origine inglese, è nato e cresciuto ad Exeter. Dopo la scuola, il suo sogno è stato sempre quello di diventare una rock star, motivo che l'ha spinto a trasferirsi a Londra in cerca di fortuna. Qui ha lavorato in uno zoo, come postino e addirittura in un forno crematorio, ma ha scoperto la cosa che gli viene meglio: scrivere romanzi avvincenti per adolescenti.

Kevin Brooks
"L'estate del coniglio nero"
Piemme Edizioni
pp. 420, € 15,00

anteprima-lestate-del-coniglio-nero-di-kevin--L-z_WEJo

  • shares
  • Mail