Libri per San Valentino: Amori ridicoli, di Milan Kundera

Sette racconti d'amore, uno dei libri più noti dello scrittore ceco naturalizzato francese.


Sette racconti di amore, scritti tra il 1959 e il 1968. Kundera ha dichiarato di essersi divertito a scrivere Amori Ridicoli (Adelphi, 1996)più di qualunque altro suo libro, ad eccezione del Valzer degli addii. E c'è chi giurerebbe che questo divertimento sia trasmesso al lettore attraverso una sorta di leggerezza, che renderebbe il libro uno dei più godibili dell'apprezzatissimo autore. Se non lo conoscete non aspettatevi tuttavia una narrazione pura e scorrevole. Kundera si fa riconoscere anche qui per il suo inconfondibile gusto per la dissertazione, per le capriole del pensiero e le tesi vorticose messe in bocca ai personaggi. Di seguito, un dialogo contenuto nel racconto "La mela d'oro dell'eterno desiderio", in "Elogio dell'amicizia" (p.63):

amoriridicoli

"Di nuovo esaminammo le coppie di ragazze che stavano sedute sulle panchine; se anche accadeva che una delle signorine fosse di bell'aspetto, non accadeva mai che fosse di bell'aspetto anche la vicina. Vi è in ciò come una strana legge" dissi a Martin "la ragazza brutta spera di approfittare dello splendore dell'amica più bella, mentre questa dal canto suo spera di riflettersi con ancor più splendore sullo sfondo della ragazza brutta; ne deriva per noiu che la nostra amicizia è sottoposta a continue prove" [...] "Per noi la scelta è sempre una questione di cortesia; ci offriamo a vicenda la ragazza più bella come due signori all'antica che non possono mai entrare in una stanza dalla stessa porta perchè nessuno dei due vuole essere il primo a passare"

  • shares
  • Mail