Divergent, di Veronica Roth. Lunga vita alle distopie!

Ecco il primo volume della serie di fantascienza "The Divergent Trilogy"

Divergent, di Veronica Roth, è il primo, atteso volume della serie di fantascienza distopica YA, con tocco romance, The Divergent Trilogy, in corso di pubblicazione, i cui diritti cinematografici sono stati acquisiti dall'ormai nota Summit Entertainment.

L'apprezzato romanzo d'esordio dell'autrice americana, spesso accostato, pur nella sua diversità, agli Hunger Games, vendutissimo in patria e all'estero (la lista dei paesi che l'hanno importato è davvero lunga), si ambienta nella Chicago del futuro, un futuro controllato e rigidamente ordinato, tipicamente distopico. Il libro racconta le appassionanti vicende della sedicenne Beatrice "Tris" Prior, a partire dal momento in cui, il Giorno della Scelta, deciderà a quale delle 5 fazioni in cui la società è suddivisa dovrà aderire. Ogni fazione è improntata a una caratteristica diversa: sincerità (Candor), altruismo (Abnegation, quella di cui fa attualmente parte - non troppo a suo agio - Beatrice e la sua spartana famiglia, fatta di umiltà, vestiti grigi, sempre in donazione di sè e del proprio servizio), coraggio (Dauntless), concordia (Amity) e sapienza (Erudite), caratteristiche la cui mancanza si ritiene abbia provocato, in passato, guerre e disperazione. Prima di compiere la scelta che determinerà il resto della loro vita, i sedicenni fanno un test di simulazione che li aiuta a capire quale sia la miglior fazione rispetto alle proprie caratteristiche.

Ma, esattamente come era successo in Matched, anche in questo mondo perfetto e controllato, accade qualcosa di anomalo. E se in Matched era stata la comparsa improvvisa e momentanea di un accoppiamento "impossibile", in Divergent l'anomalia è che Beatrice non presenta, come la maggior parte dei suoi coetanei, una precisa caratteristica che la associ inequivocabilmente a una fazione, ma ne presenta almeno tre! Il che fa di lei una divergent, una persona che la società reputa pericolosa e che sarebbe destinata a essere soppressa se il risultato della simulazione venisse scoperto.

Beatrice, allora, sceglie di associarsi ai Dauntless (i coraggiosi), nascondendo la sua diagnosi di divergent. Questa decisione darà avvio a una sequenza di avvenimenti non-stop, a partire dal rito di iniziazione; rito che, se non supererà, la farà diventare una senza-fazione, una reietta, uno scarto della società.

A partire, quindi, dal momento della Scelta, cominceranno: azione, colpi di scena, rivelazioni, crepe nell'apparente perfezione sociale, segreti inaspettati (anche a carico della propria famiglia), giochi politici, verità scomode, momenti romantici, suspense e fuochi d'artificio nel finale. Lunga vita alle distopie!
(QUI, quelle di cui abbiamo parlato recentemente su Booksblog).

The Divergent Trilogy

1. Divergent, 2011 (Divergent, 2012)
2. Insurgent, previsto, in America, per maggio 2012 (il titolo fa sperare che le cose vadano esattamente dove mi piace vadano nelle distopie: verso la rivoluzione!)
3. terzo volume, a seguire

Veronica Roth
Divergent
De Agostini
€ 16,90
In uscita domani, 22 marzo
Veronica Roth su Facebook e Twitter
La saga su Facebook
Sito dedicato alla saga

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: