La classifica dei libri della settimana. Fra gli sdraiati e l'educazione impossibile di Andreoli

Questi giovani ormai non li capiamo più. Sembrerebbe questa la tendenza alla base dei libri più letti della settimana secondo Nielsen Bookscan, tra una Schiappa, gli Sdraiati e il saggio di uno degli psichiatri più amati, Vittorino Andreoli, dedicato proprio ai giovani.

Oltre alle dis-avventure di lungo corso della Schiappa di Kinney (Il Castoro), nell'ultima rilevazione Nielsen Bookscan di questa fine gennaio (dal 12 al 18 gennaio) sul podio ci sono da una parte, in seconda posizione gli Sdraiati di Serra (Feltrinelli), e dall'altra l'Educazione impossibile dello psichiatra Vittorino Andreoli (Rizzoli).

Un libro, quello di Andreoli, che discute dei motivi della crisi dell'educazione dei più giovani, individuando vari nodi all'origine di questa situazione, dal moltiplicarsi delle figure di riferimento al disaccordo fra maestri e genitori.

Alle spalle di Andreoli, c'è ancora una volta Margaret Mazzantini e il suo Splendore ( Mondadori) mentre l'adorabile Storia di una lumaca che scoprì l'importanza della lentezza di Luis Sepulveda (Guanda) si piazza in quinta posizione.

andreoli

Non molla la top ten neanche in questa settimana di rilevazione Fabio Volo con la sua Strada verso casa (Mondadori) in sesta posizione, che precede la prima new entry che ci capita davanti agli occhi: La costola di Adamo di Antonio Manzini (Sellerio) che è settima.

In terzultima posizione, L'uragano in un batter d'ali di Sara Tessa (Newton Compton) mentre non molliamo neanche il giallone dell'anno, ovvero La verità sul caso Harry Quebert di Joel Dicker (Bompiani) in penultima posizione. Chiude la classifica l'ultima fatica di Chiara Gamberale, Per dieci minuti (Feltrinelli).

Via | Tutto Libri

  • shares
  • Mail