Weltbild dichiara fallimento

E' la seconda casa editrice in Germania ed è pronta a chiudere per fallimento.

Colpevole fu Amazon, il tempio dello shopping on line, e del libro elettronico. Sta di fatto che anche in Germania il mondo dell'editoria non se la passa bene. Lo dimostra l'ultima notizia proveniente da mondo Weltbild, la casa editrice e di distribuzione tedesca, che ha dichiarato fallimento e, quindi, la chiusura.

Seconda casa editrice in Germania, sostenuta dalla Chiesa cattolica, Weltbild per contrastare la crisi negli ultimi tempi si era lanciata nell'e-commerce, distribuendo prodotti on line - la distribuzione era pari al 40 % del venduto - ma non è bastata per bilanciare la forte concorrenza. Così la dichiarazione di fallimento, che porterà nel breve termine alla chiusura degli oltre 330 punti vendita (con filiali anche in Austria e Svizzera) e manderà a casa 6.300 addetti.

A differenza dell'esperienza italiana della Don Bosco, davanti a questa situazione la Chiesa si è resa disponibile per aiutare i lavoratori della Weltbild, così come i soci della libreria. Intanto il bilancio è stato depositato al Tribunale di Augsburg a causa delle difficoltà finanziarie dovute proprio alla digitalizzazione dei contenuti editoriali e alle scelte di mercato dirette più verso l'acquisto onl line e digitale che fisico e cartaceo. Il tutto in Germania, la patria di Johann Gutenberg, il "papà" della stampa moderna.

  • shares
  • Mail