I disegni de “Il piccolo principe” di Saint-Exupéry che non hai mai visto

In mostra a New York una serie di disegni inediti de Il piccolo principe realizzati da Antoine de Saint-Exupéry.

I disegni de “Il piccolo principe” di Saint-Exupéry che non avevi mai visto

Fin dalla sua prima pubblicazione nel 1943, Il piccolo principe, l’opera più conosciuta di Antoine de Saint-Exupéry, è stata considerata un libro per “bambini di tutte le età”. È, infatti, il tipo di libro che i genitori amano leggere ai figli e che, probabilmente, evoca ricordi simili da parte degli stessi genitori. Anche se, devo ammettere, non ho mai pensato che Il piccolo principe sia un’opera per bambini: ha, sì, diverse chiavi di lettura che variano a seconda dell’età di chi legge, ma l’ho sempre ritenuta un’allegoria scritta per persone adulte.

Nel 1940, durante la Seconda Guerra Mondiale, un grave incidente costrinse Antoine de Saint-Exupéry a New York. Egli si presentò a casa di un’amica prima di continuare la propria missione e le disse: “Mi piacerebbe regalarti qualcosa di splendido” e le diede una borsa di pelle stropicciata. Come è noto Antoine de Saint-Exupéry non tornerà mai dalla Seconda Guerra Mondiale.

Cosa c’era in quella borsa? Quella cartella conteneva il manoscritto e i primi disegni de Il piccolo principe, materiale che la Morgan Library di New York acquistò nel 1968 e che ora espone in mostra a partire dal prossimo 24 gennaio fino al 27 aprile.

Se in questo lasso di tempo andate a New York, non perdetevi la mostra (e magari poi raccontateci le vostre impressioni).

Nella gallery trovate un po’ di immagini che si possono vedere nella mostra stessa. Se poi, invece, ritenete che Il piccolo principe sia troppo stucchevole, allora vi lasciamo con un commento in video molto sarcastico che, probabilmente, al di là del giudizio sferzante, potrebbe risultare anche liberatorio. A molti, infatti, Il piccolo principe davvero non è piaciuto, ma dirlo semplicemente e direttamente appare quasi un crimine…

Via | The Morgan Library and Museum

  • shares
  • Mail