Concerto per aforisma (quasi) solo, di Fabio Sebastiani

Concerto per aforisma (quasi) solo, di Fabio SebastianiConcerto per aforisma (quasi) solo è il titolo dell’ultimo libro di Fabio Sebastiani – giornalista, autore di racconti pubblicati su Liberazione, di alcuni canti per i più piccoli presenti nel cd Non bombe ma solo caramelle e del libro Officina Italia. La Fiat secondo Sergio Marchionne – edito da Zona. Un libro di aforismi, come si capisce dal titolo.

Anche oggi è grandinato quattro millimetri di parole, ma la terra non sarà più fertile di ieri.

Gli aforismi, lo sappiamo bene, sono un po’ un enigma dal momento che possono essere troppo banali, prevedibili o poco pungenti. È pur vero, comunque, che un libro di aforismi non si legge come un altro libro e se lo si fa si rischia di non capirci nulla: gli aforismi vanno letti, riletti, dimenticati, ripresi per essere apprezzati nella sua completezza.

Concerto per aforisma (quasi) solo di Sebastiani è un libro che si fa leggere perché l’autore, lungi dal cadere nella banalità o nella prolissità, riesce a condensare in una manciata di parole tutto un mondo, che senza dubbio può essere diverso da quello del lettore, ma che è sempre un mondo da tener presente.

Se nel libro c’è il lavoro di Fabio Sebastiani, dev’esserci anche il lavorio del lettore chiamato a rispondere in prima persona alle sollecitazioni di Sebastiani, come sottolinea Raul Mordenti nell’introduzione:

Sebastiani non ci inganna: è un significato, che si vuole e si presume forte, ciò che la sua scrittura ci propone. Di tale significato il Lettore deve dunque mettersi in ascolto, o piuttosto in cerca. Leggere questo libretto, solo in apparenza leggero, significa rispondere a questo appello, che è un appello di significazione condivisa; dunque occorre leggere e (come il complice Lettore verificherà) di necessità ri-leggere.

Vi lascio con qualche aforisma dalla raccolta, a mo’ di assaggio:


  • La religione cattolica è la trasformazione del dolore da intimo a pubblico e del sesso da pubblico a intimo.

  • Se è vero che l’uomo è ciò che mangia, in cucina c’è la soluzione alla gran parte delle disquisizioni sull’esistenza di dio.

  • Per definire uno spazio ci vogliono almeno due persone sedute vicine.

  • Abbiamo finito le verità da cercare. Sono rimaste solo le verità da vivere.

  • La poesia è l’ombra delle parole in un mondo in cui non splende mai il sole.

  • L’unica preghiera per la quale accetto il pudore di dire amen è di fronte alla mousse di gamberetti al salmone.

Amen!

Fabio Sebastiani
Concerto per aforisma (quasi) solo
Zona, 2011
ISBN 978-88-6438-241-8
pp. 98, euro 10

  • shares
  • Mail