Intervista al Lettore Zero: neanche un libro in un anno

La Repubblica intervista un tipico "Lettore zero": colto, appassionato di musica e viaggi, che non ha mai letto un libro in vita sua.

Che l'Italia fosse un Paese dove si legge poco ne abbiamo già parlato numerose volte. L'Istat ci ha fornito numerose volte i dati relativi al numero di lettori nel Bel Paese; La Repubblica, invece, ci porta il dato qualitativo, intervistando un tipico "Lettore Zero", ovvero un uomo, anche colto, che non ha mai aperto un libro in vita sua, neppure per sbaglio.

N.L. - sono le iniziali dell'intervistato - ha 46 anni ed appartiene ad una classe sociale benestante: musicista (suona in un'orchestra lirica), amante dei viaggi e pieno di passioni ed interessi, ma alla domanda fatidica risponde senza imbarazzo "No, io non leggo". Anzi, rincara la dose "Ti dirò di più, non ho mai letto", ritenendo la lettura una noia. E rientrando a far parte di quei 30 milioni di italiani (circa il 57%) con più di sei anni che negli ultimi dodici mesi non ha letto nemmeno un libro.
"Preferisco non leggere anche perchè non ho tempo", continua N.L. "E se ho tempo non prendo un libro in mano, non mi rilassa, non mi piace. Piuttosto guardo un film". Un disinteresse che confessa di avere sin da ragazzino "Ho letto 'Il vecchio e il mare', non mi ha annoiato, mi sembra", impiegando gran parte del suo tempo nello studio dello strumento - il contrabasso - al Conservatorio, per raggiungere il suo sogno: suonare in un'orchestra.

Alla musica ha affiancato la passione per l'arte e per i viaggi e alla domanda che un libro può valere un viaggio risponde: "Può darsi, io non lo so perchè non leggo e non mi serve il libro per stare seduto davanti a Notre Dame". Le sue letture, spartiti e guide di viaggi a parte, sono altre: "Puoi leggere le persone, un quadro, uno stato d'animo. Per compiere l'azione di leggere non hai bisogno di un libro". Anche se, a fine intervista, mostra il suo ultimo acquisto letterario: un fumetto, senza baloon nè didascalie. "Leggere le immagini, questo posso farlo, sembra che sia come suonare".

 

  • shares
  • Mail