Monica Guerritore presiederà la Giuria dei Letterati del Premio Campiello 2014

La cinquantaduesima edizione del Premio Campiello prende il via con la nomina di una grande personalità del teatro italiano alla guida della Giuria dei Letterati. Presidente sarà infatti l’attrice Monica Guerritore.

Monica Guerritore presiederà la Giuria dei Letterati del Premio Campiello 2014

Per il 2014 abbiamo fortemente voluto una presenza femminile a capo della Giuria, per riflettere anche nella cultura il ruolo sempre più da protagoniste delle donne nella vita sociale ed economica del nostro Paese. Monica Guerritore, interprete dalla straordinaria sensibilità culturale, maestra nell’animare la scrittura con le azioni e le parole, saprà coordinare con autorevolezza e competenza i lavori della Giuria dei Letterati, a cui spetta il delicato compito di selezionare le cinque opere finaliste.

Dichiara così Roberto Zuccato, Presidente della Fondazione il Campiello e di Confindustria Veneto, nell’annunciare la scelta di Monica Guerritore come presidente della Giuria dei Letterati per il Premio Campiello 2014. Inizia così ufficialmente il cammino della cinquantaduesima edizione del Campiello, premio al quale possono partecipare i romanzi pubblicati per la prima volta in volume tra il 1° maggio 2013 e il 30 aprile 2014 e regolarmente in commercio.

Le tappe principali del Premio, dopo la nomina della Presidenza della Giuria dei Letterati e dei membri della Giuria stessa, saranno il 30 maggio prossimo, a Padova, con la scelta della cinquina finalista da parte della Giuria e poi il 13 settembre a Venezia con la proclamazione del libro vincitore, scelto dalla Giuria di trecento lettori e lettrici anonime.

Per Piero Luxardo, Presidente del Comitato di Gestione del Campiello, quella di quest’anno è

una Giuria dei Letterati qualificata ed eterogenea, che sarà in grado di valutare le opere in concorso dal punto di vista squisitamente letterario, ma anche di cogliere le tendenze espressive più originali della narrativa italiana contemporanea da sottoporre al gusto dei lettori.

Lieta della nomina Monica Guerritore che assicura:

Mi impegnerò con serietà e rigore nel compito che mi è stato assegnato. Le storie, i racconti sono il mio mondo “parallelo”, radice prima del mio mestiere di interprete e artefici della mia crescita. Con la più grande libertà di pensiero e apertura intellettuale svolgerò il mio compito nel segno della massima riservatezza.

Foto | Marinetta Saglio (per cortese concessione dell'Ufficio Stampa Campiello)

  • shares
  • Mail