La classifica degli eBook secondo Booksblog - settimana dal 23 al 29 gennaio 2012

Leggere eBookAltra settimana, altra classifica degli eBook secondo Booksblog. Prima di addentrarci tra le varie posizioni della classifica una considerazione generale sugli eBook. Nei giorni scorsi c'è stato molto dibattito – in rete e fuori – su alcune affermazioni di Jonathan Franzen (romanziere americano – pubblicato in Italia da Einaudi – che vende moltissimo: il suo romanzo Le correzioni ha venduto quasi tre milioni di copie e Libertà è tra i bestseller del 2010). Franzen proprio non ci sta a leggere gli eBook e per lui risulta molto importante il mezzo, cioè la carta. Nel corso del Festival Letterario di Cartagena de las Indias, in Colombia, lo scrittore ha detto:

eBook e dispositivi come il Kindle di Amazon non avranno mai il fascino della carta stampata. La tecnologia che preferisco è quella usata per realizzare l’edizione tascabile americana di Libertà. Posso spruzzare dell’acqua sul libro e quello, una volta asciugato, continuerà a funzionare, anche tra dieci anni. Per forza che i capitalisti odiano i libri cartacei: non sono un grande affare! Per un lettore serio il senso di permanenza materiale dell’oggetto libro è sempre stata un’esperienza essenziale. In un mondo in cui tutta l’esperienza si sta facendo fluida, l’immutabilità del testo cartaceo è una certezza.

Riflessioni rispettabili, come tutte le considerazioni in merito. Solo che mi sanno già di sentito: sono più o meno le stesse che avvenivano secoli or sono quando Gutenberg inventò la stampa. Per molti quella era la fine del libro, perché un libro, per essere vero, doveva essere scritto a mano... Ma veniamo alla nostra classifica settimanale degli eBook.

George Simenon sbanca: occupa il primo, il secondo, il terzo, il quarto e l'ultimo posto della classifica: le prime tre posizioni sono tutte sue (con due titoli al secondo posto), mentre condivide la quarta con Roberto Saviano e l'ultima con il libro Steve Jobs Stay Hungry Stay Foolish. Al quinto posto troviamo Patricia Cornwell, mentre al sesto tre autori che sono habitué della classifica, vale a dire: Max Dezzi con l'autoprodotto L'Amazzone di San Giorgio, Giorgio Faletti con Tre atti e due tempi e David Gibbins con Il Vangelo proibito.

Ecco, comunque, tutta la classifica di questa settimana:


  1. Georges Simenon, La ballerina del Gai-Moulin

  2. Georges Simenon, Il defunto signor Gallet; L'impiccato di Saint Pholien

  3. Georges Simenon, Il porto delle nebbie

  4. Roberto Saviano, Super Santos; George Simenon, Pietr il Lettone

  5. Patricia Cornwell, Nebbia Rossa

  6. Max Dezzi, L'Amazzone di San Giorgio; Giorgio Faletti, Tre atti e due tempi; David Gibbins, Il Vangelo proibito

  7. Vincenzo Cosenza, Social Media. ROI; Luigi Giussani, All’origine della pretesa cristiana. Volume secondo del PerCorso; John Peter Sloan, Instant English

  8. George Simenon, La pazza di Itteville; Steve Jobs Stay Hungry Stay Foolish

Questa è stata proprio una settimana di rimonta per Adelphi e i suoi testi di George Simenon!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail