Piergiorgio Welby fa

C’è una persona che chiede di morire perché non riesce a continuare a vivere così com’è - facciamo anche più di una. Chi vorrebbe assecondarlo, persuaso di fare del bene. Chi “NO! Non si può aiutare qualcuno a morire.” Nel frattempo la vita va avanti, così com’è, per tutti: chi fa quel che deve, chi quel che riesce, chi quasi nulla. Piergiorgio Welby fa.
E’ il fare il discrimine fra la vita e la morte? O il sentire? Forse tutte e due le cose, chissà in che rapporto l’una con l’altra… Piergiorgio Welby ha le idee chiare a proposito, per questo, verrebbe da dire, fa quel che fa. E il suo fare ha delle conseguenze, magari inaspettate, alcune irriducibili, insospettabili. Conseguenze di un fare autentico e prezioso, benché maturato nel dolore, proprio perché maturato nel dolore, in una società di falsi che ogni dolore vuole eliminare.

E' possibile scaricare il .pdf di “All along the watch tower”, una raccolta di componimenti di Piergiorgio Welby, ospitata sul blog di Rael.

  • shares
  • Mail