Guerrilla marketing a Prato per il libro Sushi Bar Sarajevo

Il romanzo del pescarese Di Iacovo dal titolo Sushi Bar Sarajevo (Palomar, 2006) è al centro di un'operazione di guerilla marketing: a Prato da una decina di giorni un gruppo di "attivisti" hanno riempito i muri di scritte e manifesti innegianti al "Partito per l'estinzione volontaria della razza umana", ovvero ad uno dei bizzarri movimenti politici come l' "Esercito Popolare Abruzzese" e la "Falange Armata Concettuale", che si contendono il governo nel romanzo di Di Iacovo.

Per le via gazebo e volantinaggio propagandistico, con tanto di slogan (dal tono misto, tra no-global estremisti e nazionalsocialisti di vecchio stampo): "l'altromondo è possibile", "l'uomo non ha difetti, l'uomo è il difetto!", "se ami la natura, fai estinguere l'uomo".

Non è mancata nemmeno la distribizione di gadget e di magliette.

Gli attivisti sono il gruppo di artisti Meat, che così hanno preparato la città alla presentazione del libro, che si è svolta durante il festival Freeshout di Prato.

C'è solo il rischio che in vista delle prossime elezioni del 2007, qualcuno agli attivisti delle varie falangi concettuali e popolari ci creda davvero... in fondo, se ne vedono di tutti i colori già in politica!

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: