"Un lunedì qualunque" di Lucia Izzo

Santa Marinella"Un lunedì qualunque". Il racconto di Lucia Izzo al quale abbiamo rubato un pezzetto si chiama proprio così, come una fatalità. E stavolta non si tratta d'ironia della sorte, né di coincidenze. In queste quattro cartelle dall'interlinea profonda, c'è piuttosto una specie di "incursione" nella vita di una coppia di pensionati, in qualche posto imprecisato tra Civitavecchia, Tarquinia e Anzio.

Le solite abitudini, lei che legge a letto mentre lui organizza un sopralluogo per scegliere la casa delle vacanze. Poi nella narrazione del quotidiano si intromettono riflessioni sul disastro della nave Costa Concordia. Ed ecco che il tessuto del testo si lascia sfilacciare da questi spunti, tradendo commozione e sgomento.

Non so perché ti sto facendo questo dettagliato elenco delle cose fatte stamane, ma ho avvertito nell'aria che è una giornata che va raccontata, forse Virginia ancora una volta mi ha coinvolta, piccole gesta di gente comune, vita di tutti i giorni, gita fuoriporta, una coppia in pensione, e aggiungo una tristezza infinita nel sentire le notizie di quella povera gente che si è ritrovata implicata in una tragedia simile e tanto altro che mi passa per la testa, ma come al solito faccio un grande casino nel
mettere in pentola tanta carne a cuocere. Ho chiuso per un attimo gli occhi ringraziando qualcuno lassù della mia fortunata esistenza.
Si! senza dubbio Virginia mi aveva enormemente influenzato.

Immagine da fotografieitalia.it

Via | magicbluerayraccontarte.jimdo.com

  • shares
  • Mail