Libri da leggere: Il demone a Beslan, di Andrea Tarabbia

andrea tarabbia, il demone a beslan mondadori, libri da leggere, recensioniA dicembre lo avevo messo in cima alla mia top3 dei libri più belli dell'anno, ma mi sono accorto che ancora non ve ne avevo parlato direttamente. Ora, a distanza di più di un mese, ho deciso quel momento è arrivato. Il libro in questione si intitola Il demone a Beslan, è di Andrea Tarabbia - bravo e giovane scrittore di Saronno - ed è edito Mondadori nella collana SIS.

Come un altro bel libro uscito l'anno scorso - Elizabeth di Paolo Sortino - anche questo di Tarabbia prende abbrivo da un fatto di cronaca. Si tratta della strage avvenuta per l'appunto a Beslan, nell'Ossezia del Nord che, nel settembre 2004, scosse l'opinione pubblica di tutto il mondo. Sono sicuro che tutti avete qualche ricordo di quei giorni: 334 morti di cui la metà bambini non vengono dimenticati in fretta, nemmeno dalla smemorata società dello spettacolo in cui viviamo.

Voce narrante e coprotagonista del libro è Marat Bazarev, unico sopravvissuto del commando che ha organizzato l'assalto alla scuola numero 1 di Beslan, che dalla cella senza finestre del carcere di Mosca in cui è rinchiuso, scrive la sua versione della storia sui fogli bianchi che gli vengono passati da sotto la porta. Qualcosa che assomiglia a una confessione, ma meno catartica e con nessuno effetto salvifico di redenzione.

Ma il vero protagonista del libro è il Male, un Male maiuscolo perché onnipresente, ma soprattutto che è profondamente umano. Insomma, un libro potentissimo che vi terrà attaccati alle sue pagine per due giorni interi, fino alla fine. Un libro secco, privo del buonismo che ormai in Italia è diventato uno sport nazionale, un libro che vale veramente la pena di leggere perché ha il coraggio di mettere in discussione l'esistenza stessa di torto e ragione, di bene e male, cancellando finalmente la dicotomia manicheista che l'immaginario americano ha ormai piantato saldamente nel nostro.

Questa, per il lettore, è la vera catarsi: l'affrontare la complessità di una matassa che non si può sciogliere, di una domanda a cui non si può rispondere, ovvero: Marat è cattivo? No, Marat è un uomo. Come tutti noi.

Andrea Tarabbia
Il demone a Beslan
Mondadori
euro 18,50

  • shares
  • Mail