"E come tutte le più belle cose" di Virginia Fioravanti

...Vivesti solo un giorno come le rose! Cantava Fabrizio de André (insieme a Mina nella versione del video) in quel testo magnifico dedicato ad una Marinella dal tragico destino di "Ofelia contemporanea". "E come le più belle cose" è il verso che viene appena prima, e che coincide con il titolo del romanzo di Virginia Fioravanti. Una storia che comincia con un viaggio di coppia a Parigi, una sorpresa organizzata per festeggiare un amore, un'atmosfera di serena complicità, una partenza, un aeroporto alle porte di Roma e un'avventura che comincia.

Per immergervisi è sufficiente approfittare delle quindici pagine di anteprima, alla fine delle quali, è possibile leggere gratuitamente la versione integrale e scrivere una recensione in proposito, un'occasione per cimentarsi come Talent Scout Letterari.

[...] Da qui la storia ha inizio. E' la notte tra il 29 e il 30 maggio e fuori si respira la primavera. La luce artificiale del lampione che da sul mio giardino illumina il mattonato bagnato e immagino di camminarci a piedi nudi. Sono le undici e penso che dovrei dormire un po', almeno quelle poche ore che mi separano dal suo arrivo. Mi guardo intorno per controllare per la centesima volta se ho preso tutto, se ho messo un numero sufficiente di cose inutili dentro la valigia, che ti danno l'idea che il tuo viaggio sarà infinito. [...]

Video da | simplecarol

Via | ilmiolibro.kataweb.it

  • shares
  • Mail