I libri non si bruciano: 21 dicembre giornata di sensibilizzazione su Facebook

I libri si leggono: appuntamento su facebook il 21 dicembre 2013 per ribadirlo.


Attivi sui social udite udite. C'è un'iniziativa semplice che somiglia un po' ad un gioco, per gridare a voce alta: “I libri non si bruciano!”. Appuntamento su facebook il 21 dicembre 2013 per una giornata di sensibilizzazione voluta da Caffeina, durante la quale gli aderenti sono invitati a mettere la foto di un libro come immagine del profilo. Un modo per riflettere sui recenti fatti accaduti alla libreria Ubik di Savona, e riaffermare, sempre e comunque, la sacralità dei libri e dei pezzi di pensiero che veicolano. A chi invoca i roghi di tomi non possiamo non ricordare la grande violenza sottesa alla volontà di eliminare le idee, che possono e devono essere combattute, ma sempre con il viatico della parola e il correlato, dove opportuno, dell'azione non violenta.

Naturalmente non si tratterà di una rivoluzione, né di uno tsunami, ma semplicemente di un piccola occasione (alla quale hanno già aderito in più di 40.000) per dar forma ad una protesta per immagini e permettere ai lettori di gridare quell'indignazione che non dimentica le profetiche parole del poeta tedesco Heinrich Heine, citate anche da Citato anche Primo Levi in "Al visitatore", il potente testo scritto per l'inaugurazione del memoriale degli italiani ad Auschwitz.

Là dove si bruciano i libri si finisce per bruciare anche gli uomini. (dall'Almansor, v. 243f)

Ulteriori informazioni alla pagina facebook dell'evento

Via | libreriamo.it

  • shares
  • Mail