La neve a Gaza di Vincenzo Soddu, una favola contemporanea

Una candida speranza nel nero dolore del conflitto per un libro che scalda l'avvento.

Ha mezzo secolo d'età Vincenzo Soddu, l'autore di questa favola contemporanea che ha il sapore acre della vita. Quell'esistenza difficile e dolorosa, che portiamo avanti sulle sponde di tante terre e che in Medio Oriente acquista accenti di terrore e rassegnazione. "La neve a Gaza" distribuisce briciole di questo nero pane di disperazione che ha nutrito e nutre ancora oggi generazioni di palestinesi, le nutre e le avvelena allo stesso tempo, salvandole in extremis attraverso la storia di Karim, del suo villaggio di Rafah, della devastazione della guerra, della fuga verso l'Italia e del lungo epilogo di un'avventura salata e vasta come il mare di Sardegna, che lo accompagna con sbuffi di candida schiuma tra i bianchi profili delle case di Cagliari, la città nel quale si ritrova a vivere una parte del suo viaggio.

La depressione, il carcere, una strana rapina che ha i contorni della rinascita e anche l'amicizia, quella vera, che sa mettere radici anche nella disperazione e cresce insieme ad una voglia di riscatto che si fa largo prepotentemente nei suoi giorni:

Macerie di neve da una parte, macerie di case dall’altra. Bambini a Milano che gioiscono perché così potranno rimanere a casa, bambini a Gaza che sognano che qualche fiocco di neve scenda al posto dei missili.
Karim sbiancò.
Sembrava una condanna, ma perché a Gaza non c’è mai la neve?
Bombe, invece, tante.
Le bombe israeliane sono bombe strane, con una testata di fibra di carbonio e resina epossidica integrata con acciaio e tungsteno. Queste armi hanno un enorme potere esplosivo, ma il potere dell’esplosione si dissipa molto rapidamente e il raggio interessato non è molto lungo, forse dieci metri: le persone travolte da questa esplosione, dall’onda d’urto, sono letteralmente tagliate a pezzi.
Tagliati a pezzi, i bambini di Gaza, senza nemmeno aver visto la neve. Improvvisamente tornò l’antica rabbia.

In un libro nel quale i riferimenti sono tutt'altro che casuali Soddu cita il poeta Mahmoud Darwish, lo scrittore Ghassan Kanafani e il reporter Vitorio Arrigoni, sperando ancora in una pace senza vinti né vincitori. Le sue storie proseguono anche su libriedintorniblog.com.

Vincenzo Soddu
La Neve a Gaza. Una storia palestinese
Caracò Editore
ebook, euro 4,99 euro

Via | caraco.it/site/caraco/scheda-la-neve-a-gaza/

  • shares
  • Mail