Torino capitale del libro 2006

Stavo consultando il sito della Fiera del Libro di Torino, per saperne le date definitive (a quell'appuntamento Booksblog non potrà mancare), ed ho scoperto questa interessantissima news. Confesso, non lo sapevo...

"Dopo Alessandria d'Egitto, Madrid, Nuova Dehli, Anversa e Montreal, Torino sarà capitale mondiale del libro dall' aprile 2006 all'aprile 2007.

La recente designazione dell'UNESCO ha premiato non soltanto una città che vanta una tradizione d'eccellenza delle sue strutture culturali (case editrici, università, biblioteche, fondazioni, archivi, associazioni) e che da quasi vent'anni ospita una Fiera del libro tra le più importanti manifestazioni europee del settore.

Questo prestigioso riconoscimento, che si basa su un'inedita partnership Torino - Roma nella presentazione della candidatura, premia l'originalità di un progetto che ha come tema conduttore i "segni della scrittura". La città di Roma e il suo sindaco Walter Veltroni hanno arricchito da parte loro il programma, sia con la realizzazione di alcuni eventi pensati appositamente, sia portando in dote risorse specifiche e progetti originali che stanno già riscuotendo un forte coinvolgimento di pubblico, come il Festival delle Letterature.

Torino e Roma stanno investendo in misura significativa nella lettura come momento essenziale dell'apprendimento e della formazione dei cittadini, e condividono pienamente la politica dell'UNESCO per la promozione del libro e lo sviluppo dell'industria culturale: strumento strategico in grado di interagire con altre realtà, in particolare con i paesi in via di sviluppo.

I "segni della scrittura" dovrebbero riassumere un intero anno di eventi, incontri, convegni, dibattiti, letture, momenti di spettacolo: una festa mobile che coinvolgerà autori ed editori, librerie, biblioteche, associazioni, protagonisti della cultura mondiale in una scambio continuo di linguaggi e di esperienze, dalla letteratura all'arte, dalla scienza alla musica.

In tal modo anche le Olimpiadi della Cultura, che accompagneranno i giochi invernali di Torino 2006, troveranno uno sviluppo non solo regionale. Per Roma sarà altresì un'occasione straordinaria per promuovere il suo eccellente patrimonio culturale.

Tra i progetti, la costruzione di un network internazionale di città del libro, che da Buenos Aires ad Addis Abeba, da Amsterdam a Washington, da Dehli a Kigali, da Parigi a Toronto, a Dakar, stabiliranno con Torino e con Roma iniziative di collaborazione e scambi come strumento di pace e di sviluppo nella ricorrenza del giorno natale di William Shakespeare, il 23 aprile di ogni anno."

  • shares
  • Mail