Oxford mette online gli antichi manoscritti del Vaticano

Sono ormai disponibili in rete, le versioni digitalizzate di alcuni degli antichi manoscritti del Vaticano.


Online gli antichi manoscritti del Vaticano, Photo by Keystone/Hulton Archive/Getty Images.
Ne è passato di tempo da questa foto, anche perché i manoscritti preziosi sono ormai trattati in maniera diversa e per conservarne al preziosa memoria molti finiscono addirittura online. E' il caso di alcune migliaia di tomi greci ed ebraici e incunaboli, digitalizzati grazie alla collaborazione tra la Biblioteca Apostolica vaticana e la Bodleian Library di Oxford. Più di un milione e mezzo di pagine presenti online da qualche giorno online e disponibili per la prima volta ad un pubblico globale che potrà apprezzarne i caratteri, la profondità spirituale, e anche l'estrema cura che ha caratterizzato l'esecuzione di pezzi rari e pregiati, in certi casi unici al mondo.

Il progetto congiunto annunciato nel 2012 e finanziato con 2 milioni di sterline stanziate dalla Polonsky Foundation dovrebbe durare quattro anni e consegnare all'umanità le chiavi di un sapere immenso, in un'operazione di divulgazione salutata calorosamente da Monsignor Cesare Pasini, prefetto della Biblioteca Vaticana, in un'intervista concessa di recente all'Associated Press:

Desideriamo che tutti possano vedere questi manoscritti, capolavori dell'umanità...E vogliamo anche conservarli.

Online gli antichi manoscritti del Vaticano

L'impegno di una delle più antiche biblioteche pubbliche del mondo moderno ha infatti portato in rete le magnifiche illustrazioni medievali dei testi, due esemplari della Bibbia di Gutenberg, una Bibbia greca dell'XI°secolo e una magnifica Bibbia tedesca del XV°. I manoscritti, in gran parte non consultabili direttamente, restano così disponibili per le ricerche di studenti, appassionati e studiosi e l'accesso ad opere magnifiche non sarà più appannaggio di pochissimi fortunati grazie anche al vasto catalogo di manoscritti digitalizzati accessibili al link.

Via | bostonherald.com

  • shares
  • Mail