La fine può attendere, di Lori Handeland. Proseguono le avventure di Elizabeth Phoenix

la_fine_puo_attendere_handeland_delosLa fine può attendere, della prolifica Lori Handeland, è il secondo volume della serie urban fantasy per adulti The Phoenix Chronicles e il seguito di Contro l'Apocalisse, per la collana Odissea Streghe di Delos Books.

Nel libro precedente avevamo conosciuto Elizabeth Phoenix, ex-poliziotta sensitiva che, alla morte della pseudo-madre adottiva, Ruthie, aveva ricevuto da lei in "dono" (assai poco gradito) la capacità di individuare le creature soprannaturali, trasformandola, di fatto, in una super Veggente, a capo delle forze del Bene. Ai suoi ordini gli AD, gli Ammazza Demoni, in lotta contro le forze del Male, Apocalypse-oriented. (Per alcuni aspetti, e con caratteristiche diversissime tra loro, Elizabeth Phoenix è una sorta di incrocio tra la vampire huntress Damali Richards della Banks e Cassandra Palmer, la Pitia per caso, di Karen Chance. A cui aggiungerei anche un pizzico di grimm, gli umani in grado di individuare ed eventualmente eliminare creature soprannaturali malvagie, protagonisti della nuovissima serie tv americana Grimm).

Finora, le potenzialità della serie di Lori Handeland sono state, a mio avviso, ancora poco sviluppate, e Contro l'Apocalisse, più che altro, si è rivelato una blanda introduzione a quella che, però, se sviluppata a dovere, potrebbe diventare una saga senza dubbio interessante. L'idea alla base della serie è che tutte le creature soprannaturali (vampiri, mannari e quant'altro) derivino dai Grigori, angeli inviati sulla terra come osservatori che, in tempi biblici, si accoppiarono con donne umane, offendendo Dio e finendo scagliati nelle profondità dell'Inferno. La progenie dei Grigori, rimasta sulla Terra, i Nephilim, è malvagia. Più, però, il sangue si diluisce attraverso accoppiamenti con umani (è possibile anche quello tra Nephilim stessi), più l'oscurità si dirada. Ed è per questo che personaggi come Jimmy Sanducci, l'ex-fidanzato traditore di Elizabeth, pur mezzo vampiro, può lavorare come AD per la Veggente. Veggente, peraltro, che in Contro l'Apocalisse è stata addestrata da un affascinante stregone Navajo, un c.d. versipelle/skinwalker (può diventare qualsiasi animale che abbia tatuato sul corpo, non per genetica mannara, ma attraverso la magia). Sawyer, questo è il nome del Navajo, le ha trasferito un'utile (e singolare) abilità, quella, cioè, di acquisire e mantenere i poteri delle creature soprannaturali con cui Elizabeth deciderà di andare... a letto (non ha un nome, almeno per ora, e ha finalità specifiche leggeremente differenti, però tanto lontano dall'ardeur della nostra Anita Blake non siamo...). Dopo le vicende che, oltre a introdurre personaggi e mitologia della serie, in Contro l'Apocalisse avevano decretato la perdita di molti uomini al servizio del Bene e avevano toccato da vicino Jimmy Sanducci, "attivando" in lui l'oscurità vampirica, nel nuovo libro, La fine può attendere, avremo a che fare con qualcuno che ha deciso di far uscire i Grigori dal pozzo infuocato dell'Inferno in cui Dio li aveva gettati. Avviando, così, l'Apocalisse.

La donna di "fumo", che già avevamo incontrato nel volume precedente, farà la sua ricomparsa e cercherà di uccidere Elizabeth. L'unica cosa che le impedirà di portare a termine la missione sarà, stranamente, ancora il talismano di Sawyer, già utile contro gli spiriti chindi. Solo che, in questo caso, non si tratta di spiriti nativi, quantomeno non nel senso più classico del termine... Stavolta le cose sono davvero complicate e non senza ripercussioni nella vita di Liz e dell'aitante e sensuale Sawyer (costretto a vivere, se in forma umana, entro i limiti della riserva indiana tra Utah, Arizona e New Mexico, a causa di una maledizione scagliata dalla madre, una strega Navajo...).

Nel proseguire della storia molte cose, non così distinte, andranno imboccando la stessa strada: l'Apocalisse, la donna di "fumo", la madre di Sawyer, e i due interessi sentimentali di Elizabeth, Jimmy e Sawyer... Ma visto come andranno sviluppandosi le cose nel corso degli eventi, potrà, Elizabeth, fidarsi dei due uomini? E se non di loro, di chi, in un frangente come quello attuale, così prossimo a scatenare la fine del mondo?

The Phoenix Chronicles

1. Any Given Doomsday, 2008 (Contro l'Apocalisse, 2011, QUI)
2. Doomsday Can Wait, 2009 (La fine può attendere, 2011)
3. Apocalypse Happens, 2009
4. Chaos Bites, 2010
+ eventuali altri a seguire

Lori Handeland
La fine può attendere (Doomsday Can Wait)
Delos Books (collana Odissea Streghe)
380 pagine
€ 14,90
Uscita: già ordinabile online sul sito Delos; in libreria alla fine di novembre

Monica Cruciani alias AyeshaKru scrive di fantasy e fantastico in generale, principalmente di urban fantasy & paranormal romance, sia per young adults che per adulti. Potete trovare qui gli ULTIMI ARTICOLI e qui lo SCHEMA delle serie in corso. Sotto-tema di oggi: vampiri, mannari.
  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: