Da capo a piedi - Racconti del corpo moderno di Claudio Franzoni

In un periodo storico profondamente segnato dalle incertezza, si tende a recuperare arti dal sapore antico; nel libro di Franzoni, ecco gli stumenti per decodificare la gestualità contemporanea. Utile anche se siete indecisi su chi votare...

E' uscito da qualche mese ma è sempre -e sempre sarà- tremendamente attuale; Da capo a piedi - Racconti del corpo moderno è il nuovo libro di Claudio Franzoni (Guanda Editore, 20 euro il cartaceo), studioso della tradizione classica e acuto osservatore della gestualità nelle arti figurative. Perchè leggerlo? Per capire l'uomo contemporaneo al di là della semplice e ambigua parola; ma non si tratta del solito manuale dedicato al linguaggio corporeo, i contenuti qui sono molto densi anche perchè di base si parte dal gesto dei potenti e dei personaggi celebri. La forza del gesto è dirompente ed efficace, perchè è l'indicatore assoluto della sapienza del corpo, pronta a riemergere contraddicendoti oppure sottolineando ciò che stai verbalizzando. Il libro avvince da subito, sin dalla succosa introduzione dove viene descritta una delle immagini più belle della storia dello sport:

...Coppi, guardando avanti, gira indietro il braccio destro e stringe la borraccia che Bartali tiene a sua volta con la mano destra, osservandola... La rivalità tra i due ciclisti, la contrapposizione delle rispettive tifoserie (rinvigorita anche da coloriture politiche) e un semplice interesse sportivo hanno finito per investire la foto di una domanda insistente: chi dei due passa la borraccia all'altro?

Questo è l'inizio perfetto per un'opera gustosa, saziante, che ripercorre la storia dei movimenti dalle performance di Elvis Presley con l'asta del microfono alle ricerche sociali di Pier Paolo Pasolini che negli anni '70 scriveva un articolo sul fenomeno dei giovani capelloni. Ogni componente del nostro corpo insomma, parla da sè: il gesto spontaneo, l'abito, il ritmo dei silenzi: dicono più di quanto vorremmo, o vorrebbe il nostro interlocutore. Teniamolo ben presente quando valutiamo l'attendibilità di chi ci vuole stupire con effetti speciali, magari messi lì per celare oceani di poca sostanza.

  • shares
  • Mail