Contro la crisi l'appello di Bocca, storica libreria in Galleria a Milano

Accorato appello dell'antica Libreria Bocca per sopravvivere all'ultima crisi.

Libreria Bocca, milano, foto Sara Rania

Nel cuore di Milano, a due passi dal Duomo e sotto la volta della Galleria Vittorio Emmanuele II, c'è un luogo che attira curiosi, turisti ed amanti d'arte. Si tratta della Libreria Bocca, pochi metri quadrati sviluppati più in altezza che in larghezza, che racchiudono una delle anime culturali più vive e frizzanti del capoluogo meneghino. Una libreria dalla spiccata vocazione artistica, che naviga in cattive acque, tanto scure da esser costretta a condividere le sue pene con tutti i passanti, richiamati dall'appello racchiuso nelle parole, composte da diverse lettere su carta a mo' di lettera minatoria, ed esposte subito sotto l'insegna:

la crisi rischia di farci chiudere, sostieni la più antica libreria d’Italia regalandoti un libro.

In attività dal lontanissimo 1775, co-fondatrice e membro dell'Associazione Librerie Storiche, ubicata in un Locale Storico d'Italia con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, eletta Libreria eletta dal FAI Fondo per l'Ambiente Italiano luogo del cuore nel 2007, nonché insignita di una serie di prestigiosi riconoscimenti come la Medaglia d'Oro della Camera di Commercio di Milano, la Libreria Bocca ha scelto di non rassegnarsi alla chiusura, facendo leva sulla sensibilità di tutti coloro che conoscono il valore della cultura a compiere un gesto di sostegno e a mobilitarsi affinché realtà tanto vive non rischino di spegnersi per sempre dopo una lunga agonia.

Foto by Sara Rania. Tutti i diritti riservati.

Via | milanopost.info

  • shares
  • Mail