Nerone, di Andrea Biscaro

Nerone, di Andrea BiscaroNerone rappresenta uno dei personaggi più evocativi non solo della storia romana, ma dell'intera umanità e offre, soprattutto come personaggio mitico, una enorme quantità di spunti narrativi. Nerone. Il fuoco di Roma, opera prima di Andrea Biscaro, pubblicata da Castelvecchi, si inserisce in questo filone e traccia un profilo multiforme dell'imperatore romano cogliendone le contraddizioni e la complessità psicologica; aspetti che non di rado sfuggono alla storiografia ufficiale.

A Roma può accadere di tutto. A Roma è accaduto di tutto. Chi non è nato e cresciuto qui non può capire. Ma voi dovete ascoltarmi e prestare fede alle mie parole. Nessuno più di me conosce Roma. Nessuno più di me conosce la storia che sto per raccontare. Allora, dov'eravamo rimasti? Ah, già, stavo scegliendo il momento giusto da cui partire. Eccolo il giovane regnante che cammina nelle strade assolate di Roma, eccolo lì Nerone, l'imperatore...

All'immagine dell'imperatore incendiario vengono offerte situazioni ampie in cui proiettare la propria umanità contorta e, soprattutto, lasciva. Un Nerone incapace di dominare, dunque, quelle pulsioni che ne hanno fissato il personaggio. Eppure, se ben sviluppata e meglio approfondita sarebbe proprio questa fragilità dell'uomo nei confronti delle poderose emotive che lo scuotono a dare originalità e forza al romanzo che, a nostro avviso, avrebbe meritato una maggiore sedimentazione per portare a evoluzione uno stile sicuramente interessante, ma ancora involuto e, ci sia permesso di riconoscerlo, poco coraggioso.

Andrea Biscaro
Nerone. Il fuoco di Roma
Castelvecchi, 2011
ISBN 978-88-7615-541-3
pp. 320, euro 16,50

  • shares
  • Mail