Claraboia, romanzo inedito di José Saramago, pubblicato in eBook (e poi in cartaceo)

Claraboia, romanzo inedito di José Saramago, pubblicato in eBook e poi in cartaceoClaraboia (Lucernario) è un romanzo di José Saramago. Scritto negli anni Cinquanta del secolo scorso è rimasto fino a ora inedito. Da pochi giorni è disponibile in eBook (al prezzo di euro 9,46) e, tra due settimane anche in cartaceo (al prezzo di copertina di euro 18,50) per i tipi della Caminho. In italiano (come anche in castigliano e catalano) sarà pubblicata la prossima primavera, secondo un comunicato della Fondazione Saramago.

La storia editoriale di Claraboia è sintomatica: quando Saramago aveva trent'anni inviò il manoscritto dell'opera a una casa editrice che non rispose all'autore né gli rimandò il testo. Quarant'anni dopo la stessa casa editrice ritrovò il manoscritto durante un trasloco di locali e contattò Saramago comunicandogli di aver intenzione di procedere alla pubblicazione. L'autore, però, si rifiutò di dare alle stampe il testo, adducendo come motivazione che erano trascorsi molti anni dalla stesura dell'opera e lasciò la decisione di pubblicarla nelle mani dei suoi eredi.

Zeferino Coelho, amico ed editore di Saramago, ha definito Claraboia un bel romanzo nel quale di possono già intravedere temi che saranno presenti nella produzione successiva dell'autore.

Nello specifico del romanzo inedito, Zeferino Coelho dice:

Tutti sanno cosa sia un lucernario, no? Tutti gli edifici che hanno una scala interna, hanno anche un lucernario sul soffitto, per illuminare la scala. José Saramago immagina un edificio di due o tre piani, in cui ogni piano è occupato da una famiglia, le famiglie sono completamente diverse tra loro e l’autore racconta la loro storia [...] C’è anche un personaggio che, in un certo senso, è lo stesso Saramago alle prese con i suoi problemi, nello specifico, con il problema che non ha mai risolto: l’ottimismo e il pessimismo, la possibilità o meno di redimere l’umanità, la scelta tra intervenire, perché ci sentiamo responsabili di ciò che succede intorno a noi, oppure rinunciare. Perché il resto del mondo non ci riguarda. Questi temi, così profondamente saramaghiani, sono tutti presenti nel romanzo. Ed è molto interessante vedere come, seppure il libro abbia uno stile completamente diverso da quello che José Saramago adotterà a partire da Una terra chiamata Alentejo – lui sia già così presente nel testo. Penso che il libro susciterà molto interesse e avrà molti lettori.

Ricordiamo che il primo romanzo di Saramago – Terra del peccato – risale al 1947 e la fama a livello mondiale gli giunse nel 1983 con Memoriale del convento e, ancora di più, nel 1998, quando gli venne assegnato il Nobel per la letteratura.

  • shares
  • Mail