Zerlina e Dendè, di Barbara Seppi e Piero Mazzoli

zerlina e dende Vi è mai capitato, appena prima di cadere nel sonno, di avere come l’impressione che il vostro solito amico di pezza vi dia una bella scrollata, incitandovi a seguirlo sulla sua mongolfiera per esplorare quel che resta del giorno che va via?

A Zerlina, quando era molto piccola naturalmente, sì: e non ci ha pensato due volte – ti pareva – a seguire quel mattacchione del suo leprotto, Dendè. D’altronde l’obiettivo sembrava valerne la pena: la farfalletta amica di Dendè aveva perso tutti i colori (sciolti dall’ultima brina) e qualcuno doveva pure pensare a ritrovarli per rimetterglieli addosso.

A ben pensarci, il mondo è pieno di colori, pensano Zerlina e Dendè: non dovrebbe essere difficile recuperare un po’ di giallo-coraggio dal sole, qualche macchia di rosso dai fiori di maggio, o il verde dalla linfa degli abitanti di un boschetto.

Però, “cosa manca al nostro terzetto? Provaci a dirlo e subito a letto!”: ma il blu naturalmente. E per fortuna che esiste il pesce azzurro. Un libro molto carino, questo Zerlina e Dendè, a cui ha collaborato la onlus che si occupa di bimbi migranti Eskenosen, e che come ci viene suggerito ha molteplici livelli di lettura : può servire a esplorare i colori collegandoli con determinati stati emotivi o anche come tavola di giochi, decorando la farfallina di cui i piccoli amici vanno in cerca. O magari a esercitarsi con la memoria, imparando i bei versi con cui ci viene raccontata questa piccola, fantastica avventura.

B. Seppi, P. Mazzoli
Zerlina e Dendè
Jacabook
9,90 euro

  • shares
  • Mail