Booktrack, una colonna sonora per ogni eBook

booktrackQuesta ragazzi è la classica idea che "a non averci pensato prima", ovvero chissà da quanto qualcuno avrebbe potuto realizzarla, se gli fosse venuto in mente. Aggiungere musica ai testi pubblicati in ebook. Ma certo! Data la natura digitale e quindi aperta al multimediale dell'eBook, appunto, "perchè non pensarci prima"?

E invece i primi a pensarci sono stati solo loro, quelli di Booktrack, e in particolare il 35enne Paul Cameron, fra i fondatori della società che diffonderà nel mercato eBook con opportuna "colonna sonora" pensata ad hoc per l'atmosfera dei vari passaggi del testo.

I titoli in cantiere, in uscita a settembre, sono soprattutto classici, da Huckleberry Finn a Jane Eyre, Romeo e Giulietta e i Tre Moschettieri, ma sono in programma anche titoli di Rushdie e Jay McIrney. “Amplifica la tua immaginazione e ti fa entrare più a lungo nella storia", ha detto Cameron al New York Times.

Si tratterà di musiche strumentali e ambientali, soprattutto, ma ci saranno anche effetti sonori come rumori di passi, scoppiettare del fuoco, il rumore della pendola dell'orologio in salotto.

Sarà. Io invece sono fra coloro che pensano che si legga per isolarsi dagli altri stimoli del mondo circostante. Si disattivano odorato, senso del tatto, e anche le orecchie: sono abilissima, da sempre, a farlo (e mi riesce anche - per fortuna - quando scrivo). Quindi penso che alla "colonna sonora" della mia lettura non farei proprio caso, o al massimo sarebbe un ulteriore elemento di disturbo che il mio cervello disattiverebbe.

D'altronde immagino - visto che i testi pubblicati saranno soprattutto classici - che i primi titoli verranno comprati anche da chi già conosce i battibecchi di Jane e Rochester o le crisi amorose di Romeo e Giulietta, e saranno quindi comprati per lo sfizio di avere nel cassetto l'ennesima novità tecnologica.

Per il resto, la mia opinione è che se non sono le parole dell'autore a farci sentire suoni e odori ( la musica che avverte Huck Finn nel cervello nelle sue peregrinazioni o quella dei grilli che si staglia in mezzo al profumo delle rose del giardino di Giulietta) non riuscirà a farlo nessuna colonna sonora reale, e l'autore non è poi un granchè.

  • shares
  • Mail