Le più belle pagine d'amore. Jane e Mr Rochester (Jane Eyre)

JANE EYRE Il matrimonio? La tomba dell'amore, dice il luogo comune. Dipende, direbbe Jane Eyre, dopo quante peripezie ci arrivi, e a quale prezzo (attenzione: segue spoiler di Jane Austen!Ehehehe). Visto il suo caso, poi, il matrimonio può diventare un vero colpo di scena se - come sa chi ha letto l'omonimo romanzo di Charlotte Bronte, corona un sogno d'amore lungamente impossibile.

Dopo impedimenti apparentemente insuperabili, come la differenza sociale fra gli sposi, la scarsa autostima di lei (!) e un pregresso matrimonio non rivelato che rischia di mandare tutto all'aria (anche a causa, diciamo, del cattivo temperamento della sposa precedente).

A parte queste ironiche pennellate su uno dei più bei romanzi di sempre, vi riporto il brano in cui Jane descrive la sua felicità di donna sposata, con una delle mie frasi preferite di sempre sul significato di essere (felicemente) in coppia:" Lo stare insieme è nello stesso tempo per noi essere liberi come nella solitudine,essere contenti come in compagnia".

Oggi sono sposata da dieci anni. So cosa significhi vivere interamente per e con colui che amo più di ogni altro in questa terra. Mi ritengo supremamente felice..felice come le parole non possono esprimere,perchè sono tutta la vita di mio marito,come egli è la mia. Nessuna donna è più vicina di me al suo compagno,e più di me è carne della sua carne. Non sono mai stanca della compagnia del mio Edward,ed egli della mia,come se fossimo un sol cuore che batte din due petti.Stiamo sempre insieme.Lo stare insieme è nello stesso tempo per noi essere liberi come nella solitudine,essere contenti come in compagnia. Chiacchieriamo tutto il giorno;chiacchierare fra noi è un modo più vivace di pensare a voce alta.Tutta la mia fiducia è riposta in lui,tutta la sua in me.
  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: