Borges nasceva 112 anni fa e Google lo ricorda

Borges nasceva 112 anni fa e Google lo ricorda

Il 24 agosto di centododici anni fa nasceva a Buenos Aires Jorge Francisco Isidoro Luis Borges Acevedo, noto come Jorge Luis Borges, uno dei più grandi geni letterari del Novecento. Anche Google lo celebra con un doodle.

Forse Borges non avrebbe gradito un omaggio così virtuale. Stando a María Kodama (sua ex-alunna, poi sua segretaria e, infine, sua seconda moglie, sposata per procura in Uruguay) Borges storceva un po' il naso dinanzi alle tecnologie (l'ultima volta che Borges avrebbe visto la tv sarebbe stato nel 1969 quando l'uomo andò sulla Luna - ricordiamo che Borges è morto a Ginevra il 14 giugno 1986).

Il doodle di Google, comunque, è un buon modo, secondo me, per ricordare ai distratti navigatori della rete di fermarsi per un po' e leggere (o rileggere) qualcuno degli scritti di Borges: c'è solo l'imbarazzo della scelta. Non dimentichiamo, poi, che Borges ha influenzato/ispirato diversi scrittori (come, per esempio, Italo Calvino, Umberto Eco, Leonardo Sciascia, Roberto Bolaño, Paul Auster, Philip K. Dick), cantautori (come Guccini, Vecchioni, Elvis Costello) e anche autori di fumetti (come, per esempio, Alan Moore e Grand Morrison). E per noi lettori, niente? Ecco una frase di Borges stesso sui buoni lettori:

A volte credo che i buoni lettori siano cigni anche più tenebrosi e rari che i buoni autori... Leggere, per intanto, è un'attività successiva a quella di scrivere: più rassegnata, più civile, più intellettuale

  • shares
  • Mail