Scrivere per passione? No, meglio per soldi

scrivere per soldiSoldi, soldi, soldi. Inutile fare tanto i romantici: il libro è un prodotto che va venduto, al pari della confezione di pasta. Entrambi nutrono. Ed entrambi devono portare profitto a qualcuno. Questo sembra il leitmotiv delle discussioni che da qualche giorno si incrociano in rete. E se il lettore per nutrire il proprio spirito deve pagare e alla fine riceverà una ricompensa del tutto spirituale, l'autore e gli editori – anche quelli più disinteressati alla caducità delle cose – cercano pecunia sonante. Due esempi in proposito: le affermazioni dello scrittore Graham Swift e la lista degli scrittori più pagata al mondo pubblicata in questi giorni da Forbes.

Come riporta il Corriere, lo scrittore Graham Swift (vincitore del Booker Prize nel 1996 con Last Orders – pubblicato in Italia da Feltrinelli nel 1999 con il titolo Ultimo giro) si è lamentato della scarsità degli introiti a cui andrebbero incontro gli autori che pubblicano eBook:

Non invidio assolutamente gli aspiranti romanzieri perché la loro sopravvivenza è minacciata dagli ebook, visto che il modo in cui vengono pagati per questi lavori è molto aleatorio e che la tendenza futura credo sia quella di pagarli ancora meno. Di conseguenza, questi autori si renderanno presto conto di non potersi più mantenere con quello che fanno e smetteranno così di scrivere, rendendo il mondo più povero di libri. Una prospettiva che mi sembra davvero allarmante.

Considerato che lo scorso giugno lo scrittore John Locke ha venduto un milione di eBook a 99 centesimi di dollaro (nemmeno 70 centesimi di euro) mi sembra che quella di Graham Swift sia più che altro una polemica corporativista per dire alla fine che io sono più bravo di te perché ho venduto libri veri, quelli di carta, per intendersi.

L'altro esempio ci viene dalla lista di Forbes 2011 con gli scrittori più pagati. Questa la top ten:


  1. James Patterson, 84 milioni di dollari (= euro 58 milioni e passa)

  2. Danielle Steel, 35 milioni USD (=34 milioni di euro)

  3. Stephen King, 28 milioni USD (=circa 19 milioni e mezzo di euro)

  4. Janet Evanovich, 22 milioni USD (=15 milioni di euro)

  5. Stephenie Meyer, 21 milioni USD (=14 milioni e mezzo di euro)

  6. Rick Riordan, 21 milioni USD

  7. Dean Koontz, 19 milioni USD (=poco più di 13 milioni di euro)

  8. John Grisham, 18 milioni USD (=quasi 12 milioni e mezzo di euro)

  9. Jeff Kinney, 17 milioni USD (=poco meno di 12 milioni di euro)

  10. Nicholas Sparks, 16 milioni USD (=11 milioni di euro)

Appena fuori dalla top ten troviamo Ken Follett (14 milioni USD/ circa 10 milioni euro), Suzanne Collins (10 milioni USD / poco meno di 7 milioni di euro ), J. K. Rowling (5 milioni USD / quasi 3 milioni e mezzo di euro).

Perché, ricordiamolo sempre, uno scrive per passione, mica per i soldi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: