La classifica dei libri della settimana. Chick lit in vetta

sanchez Sinceramente, fa un po' impressione vedere lo scambio di posto, questa settimana, fra Edoardo Nesi (che la scorsa era al primo posto) e il suo Storia della mia gente, e il romanzo di Melissa Hill Un regalo da Tiffany (Newton Compton). Ma tant'è. La Hill vola al primo posto della top ten, come da classifica Nielsen-Bookscan, con la sua storia di amori intrecciati per un caso del destino.

Nesi invece passa al terzo posto, perchè non riesce evidentemente a intaccare il successo di vendite del Linguaggio segreto dei fiori della Diffenbaugh (Garzanti), al secondo posto. Buon quarto, Camilleri con il suo Gioco degli specchi (Sellerio), mentre in quinta addirittura risale Clara Sanchez e il suo Profumo delle foglie di limone (Garzanti), molto consigliato dalle libraie, a quello che mi è capitato di sentire.

Il motivo? La trama che non dà tregua, come fosse un giallo, l'elemento dell'introspezione femminile, e la bravura dell'autrice nel dar vita alla protagonista, una giovane sentimentalmente disastrata e incinta di un uomo che non ama, alle prese con due insospettabili ex nazisti. Personalmente, assicuro che la Sanchez è davvero brava a scrivere. Inoltre, per chi come me ama la letteratura della memoria, presenta alcuni punti di vista sulla follia dei lager nazisti davvero importanti. Sarebbe da far leggere agli adolescenti.

Segue la inimitabile Vargas e la sua Cavalcata dei morti (Einaudi), al sesto, con alle spalle due inossidabili Mondadori: Mazzantini con Nessuno si salva da solo e Zafòn e le sue Luci di settembre. In nona posizione, la new entry della scorsa settimana, Il libro segreto di Dante, di Francesco Fioretti (Newton Compton) e buon ultimo Maigret e il suo L'assassino (Adelphi).

  • shares
  • Mail