Premio Campiello 2013, sabato 7 settembre la finale: grande attesa al Teatro La Fenice

La finalissima sarà trasmessa per la prima volta in televisione, in diretta su Rai 5 dalle 20

22.20
Vince Ugo Riccarelli.

E' iniziata da pochissimo, dal Teatro La Fenice di Venezia, la cerimonia di premiazione del Premio Campiello 2013, giunto alla sua 51esima edizione.

Quest'anno la conduzione è stata affidata a Neri Marcorè e Geppi Cucciari. La premiazione verrà trasmessa per la prima volta in diretta tv su Rai 5 a partire dalle 20, e in differita su Rai 3 alle 22.50. Su Rainews 24 ci saranno alcuni spazi, mentre a partire dalle 21 ci sarà un'ora di diretta su Radio 24, Radio ufficiale del Premio Campiello 2013.

Roberto Zuccato, presidente di Confindustria Veneto e della Fondazione Campiello, ha spiegato:

"La formula di selezione delle opere è rimasta la stessa. La presenza di una doppia giuria, quella degli 'esperti' che seleziona i finalisti e quella 'popolare' che designa il vincitore è una formula vincente, che sin dall’inizio ha assicurato al Campiello trasparenza e autonomia, rendendolo uno dei riconoscimenti letterari più autorevoli"

I finalisti, selezionati dalla giuria dei letterati (presieduta dallo psichiatra padovano Paolo Crepet e composta da Anna Ottani Cavina, Luigi Mat, Riccardo Calimani, Philippe Daverio, Nicoletta Maraschio, Salvatore Nigro, Ermanno Paccagnini, Silvio Ramat e Patrizia Sandretto Re Rebaudengo), sono: Fabio Stassi, con "L’ultimo ballo di Charlot" (Sellerio), Giovanni Cocco con "La caduta" (Nutrimenti), Valerio Magrelli con "Geologia di un padre" (Einaudi), Beatrice Masini con "Tentativi di botanica degli affetti" (Bompiani). In gara anche lo scomparso Ugo Riccarelli (nonostante qualche polemica) con "L’amore graffia il mondo" (Mondadori).

Il vincitore assoluto sarà scelto dalla giuria dei 300 lettori anonimi.

Il nome del vincitore del Campiello Giovani si conosce già: è Alberto Alarico Vignati, 22enne di Corsico (Mi), con il racconto "Girasole impazzito di luce". Già noto anche il nome del vincitore del Premio Campiello Opera Prima, Matteo Cellini con il romanzo "Cate, Io" (Fazi Editore). Ad Alberto Arbasino infine è stato assegnato il Premio Fondazione Il Campiello.

  • shares
  • Mail