Soffiando via i capelli dalle labbra

Tra il 9 e l'11 giugno, l’Accademia del Dubbio presenta "Soffiando via i capelli dalle labbra (regia di Alessia Pomposelli), testo liberamente tratto da “La mia pelle è un cifrario”, la raccolta poetica di Monica Maggi edita dalla Lietocolle.

I corpi si intrecciano come intrecciamo parole.

Presenze seminude si confondono con la perfezione astratta dei corpi danzanti. Sul palcoscenico si alternano attori e ballerini in un gioco silenzioso di immagini, chiuse in un reticolo rosso di pericolose passioni.

La poesia prende vita in un genere di rappresentazione teatrale che si avvale di molteplici tecniche espressive e comunicative. Il corpo come prolungamento delle corde dell’animo umano.

“Soffiando via i capelli dalle labbra” ricostruisce le tappe di un viaggio allucinato, estremo, in cui il corpo diviene servo e padrone della scena, ghiaccio rovente del desiderio. Sogno spietato, scomposto e reso a brandelli. La trasposizione scenica celebra la messa a nudo di tutto quel che il testo nasconde e confonde: una vita spudorata, ma semplice.

Dal 9 all’11 giugno alle ore 21 presso il Teatro dell'Orologio (via de' Filippini, 17/a - Roma). Per info: 06.68308330 - info@teatroorologio.it

  • shares
  • Mail