L'Atlante di Smeraldo: il nuovo fantasy che conquisterà i lettori

E' stato presentato ufficialmente al Salone del Libro di Torino quello che, secondo alcuni, sarà il degno sostituto di Harry Potter (ma anche, in futuro sul grande schermo, di Twilight e Il Signore degli Anelli). Sto parlando della saga "L'Atlante di Smeraldo" di John Stephens, sceneggiatore televisivo di Los Angeles, edito in Italia da Longanesi e disponibile, con il primo volume, dal 28 aprile scorso.

Protagonisti della storia sono tre fratelli: Kate, Michael e Emma, che hanno letteralmente perso i genitori nel nulla e loro stessi si sono smarriti in un misterioso viaggio. In questa inaspettata solitudine, i tre iniziano ad essere spostati da un orfanotrofio all’altro, tutti dalle ambientazioni inquietanti, per finire in uno dove sembra che solo loro possano avere accesso e dove tantissimi segreti sono nascosti.

Il libro nasce da un'ispirazione personale: l'autore vive a Los Angeles, mentre i parenti risiedono in Virginia. La nostalgia della sua famiglia lo ha portato a desiderare un "libro magico" capace di
riportare indietro il tempo a quando la famiglia era unita, e tutti vivevano assieme. Ed è così che l'autore ha immaginato il libro magico che diviene poi il cuore di L'Atlante di Smeraldo, custodito in una buia stanza dell'ultimo orfanotrofio in cui soggiornano ragazzi. Cosa ha letteralmente "risucchiato" via i genitori di Kate, Michael ed Emma? Quale forza buona eppure devastante ha voluto salvare loro da un "pericolo devastante". Alle domande risponderà il tempo che passa e che li vede crescere.

Una delle caratteristiche del libro, infatti, è proprio la grande attenzione data all'aspetto psicologico dei protagonisti, alla loro crescita emotiva, alle loro paure e i dubbi, così come avviene nella saga di Harry Potter. In questo primo libro seguiremo molto da vicino Kate, ma nei libri successivi le vicende si avvicineranno di più agli altri due fratelli. Gli anni di tormenti, infatti, sono retti "psicologicamente" dalla sorella maggiore, l'unica dei tre a ricordarsi il volto dei genitori ed a sperare nel loro ritorno, ma che i prossimi libri possano trattare degli altri fratelli ce lo svela un po' il finale: sarà proprio il fratellino Michael a decidere le sorti della storia grazie alla sua giovane età e alla sua conoscenza del mondo fantastico (un po' come ne Le Cronache di Narnia - Il Principe Caspian).

Dopo il salto il book trailer del libro.

  • shares
  • Mail