Fiction tv Oriana Fallaci: al via le riprese. Qualche titolo da leggere nel frattempo

Era stata annunciata da tempo: finalmente iniziano (e speriamo l'impresa valga l'attesa) le riprese di una fiction tv firmata dal regista Marco Turco, in due puntate, dedicata alla scrittrice e giornalista Oriana Fallaci.

Il primo ciak dovrebbe scattare a ottobre, e pare che la protagonista designata sia Vittoria Puccini. Qualche altro dato, il fatto che l'impresa battezzi l'esordio del produttore di Fandango, Domenico Procacci sul piccolo schermo, in collaborazione con la Rai, e la firma della,sceneggiatura ad opera di Stefano Rulli e Sandro Petraglia, che hanno avuto l'arduo compito di dover sintetizzare in solo due puntate la vita della nostra.

Nell'attesa di saperne di più, non possiamo che ricordarvi qualche consiglio di lettura che vi abbiamo proposto in questi ultimi anni, per arrivare nel frattempo “preparati” all'esordio televisivo. Si tratta di testi che svelano una Fallaci privata, raccontata da amici e conoscenti, come ad esempio l'interessante La segretaria dello scrittore, di Elena Attala Perrazzini (Barbera).

Quest'ultimo è una sorta di “Il diavolo veste Prada” all'italiana, visto che l'autrice fu segretaria della Fallaci quando già si era trasferita in America e ne dà un ritratto molto intenso e per certi versi “intimo”, sorprendente.

C'è poi il volume fotografico Oriana Fallaci in New York - Una storia d’orgoglio (Sperling&Kupfer) Gianni Minischetti, che le fu amico per trent’anni, dall’epoca dei suoi primi reportage, e che è stato ammesso a fotografare i suoi momenti di vita nella amata Grande Mela.

Molto bello anche Morirò in piedi, di Riccardo Nencini (Polistampa) firmato dal presidente del Consiglio regionale toscano che passò con lei una giornata nell'ultimo periodo della sua vita.

  • shares
  • Mail