Ablativo e Di preghiera in preghiera, due poesie di Enrico Testa

Enrico Testa ha vinto il Premio Pascoli di Poesia 2013. Ecco due poesie tratte dalla raccolta vincitrice.

Ablativo e Di preghiera in preghiera, due poesie di Enrico Testa

Il Premio Pascoli di Poesia 2013 è stato vinto da Enrico Testa (in foto) per la poesia in lingua italiana e da Remigio Bertolino per quella in dialetto.

Il Premio a Testa è stato dato per la sua raccolta Ablativo, pubblicata da Einaudi, in cui viene evidenziata “la molteplicità dei casi e delle situazioni, a cominciare da quelle che connotano un distacco, una separazione, un allontanamento, un transito, un abbandono”, come recita la motivazione di consegna del premio.

In copertina del libro Ablativo troviamo la seguente poesia:

la litania dei casi recitati al ginnasio
s'è fatta prognosi postuma dei giorni:
se tutto sommato poco frequentati
- anche colpevolmente, lo ammetto -
i primi due,
tra dativo e accusativo invece
s'è consumato il maggior tempo.
Seguiti dal vocativo
per veglie albe notti,
preghiere a volti muti, ascolti
sempre in duplice tensione:
rivolto altrove e ad altri
o nell'attesa di una chiamata.
Ora vivo all'ablativo.

Trovo molto bella un’altra poesia contenuta in questa raccolta:

di preghiera in preghiera
e di speranza in speranza
(grandi come pulci, ma petulanti)
siamo finiti in questa foschia
che nasconde tranelli e dirupi

  • shares
  • Mail