Fuori catalogo. Amici amici, di Dino Basili

dino basili
L'amicizia comincia dall'onesto inventario di tutto quello che divide

Consiglio: se avete un amico/a a cui tenete molto (e che ami leggere) scovate per lui/lei una copia – introvabile – di questo “Amici amici”, di Dino Basili (Mondadori). Vi troverete una raccolta sapida, fulminante, cruda, di aforismi da dedicare a colui/colei che accompagnano fedelmente il viaggio della vostra vita.

Il libro, come ho accennato, è fuori catalogo, ed è una vera ingiustizia, anche se a tale sorte vanno incontro in Italia moltissimi aforisti, tanto che per molti diventare dei “Fuori Catalogo” è il segno che la fama è vicina. Scelgo in ogni caso di segnalarlo sperando che il buon cuore di qualche editore si muova a pietà e faccia la scelta intelligente di ristamparcelo.

E come convincere l'editore a ristampare, voi lettori a procurarvelo? Ma dandovi qualche assaggio del testo, naturalmente. Ad esempio, sono d'accordo col fatto che “l'amore è sopravvalutazione irrazionale, l'amicizia quasi razionale”, per quanto ne vale una autentica.

E non è forse vero che “tra gli amici ci sono silenzi rassicuranti e silenzi indecifrabili; ponti levatoi che possono alzarsi all'improvviso. Certe volte non si deve spiegare niente, altre tutto”?.

E se mi dici “Sarò tuo amico se...”, ti interrompo. “Lascia stare. Io sono amico nonostante”, perchè come dice un proverbio russo “chi smette di essere amico non è mai stato amico”. D'altronde spesso “la solitudine è la migliore delle cattive compagnie”.

Segnalo inoltre la bella scelta dell'autore di inserire fra i suoi aforismi quelli di autori famosi. Fra i miei preferiti, “Gli amici si meritano. E bisogna meritarli sempre, senza interruzione, correndo il rischio ogni giorno di contraddirli e di perderli”.

Io ormai questo libro lo porto con me in tutti i miei viaggi da quando l'ho comprato, perchè – strano a dirsi (?) – ci metto più tempo ad assimilare mentalmente fulminei aforismi che a divorare un classico.

  • shares
  • Mail