Cappuccetto Rosso Sangue, di Sarah Blakley-Cartwright

cappuccetto_rosso_sangue_blakley_cartwright_mondadoriCappuccetto Rosso Sangue è la rivisitazione in chiave gotica, soprannaturale e YA della celebre fiaba europea di Cappuccetto Rosso, le cui versioni più note sono quella di Charles Perrault, cupa, senza lieto fine e fortemente moraleggiante ('600) e quella, nelle varie versioni, dei fratelli Grimm, con finali senz'altro più "lieti" ('800).

La genesi del romanzo "moderno" è singolare. Come racconta la regista Catherine Hardwicke, nell'introduzione al libro, David Leslie Johnson le inviò la sceneggiatura, basata su un'idea di Leonardo DiCaprio, per realizzare un possibile film che rivisitava la favola di Cappuccetto Rosso. La regista rimase colpita. Ma più rifletteva sullo script, più si rendeva conto che il materiale possedeva ricchezze e potenzialità che in un film, forse, avrebbero potuto andar "perse". Fu per questo che decise di affidare all'amica Sarah Blakley-Cartwright, neolaureata in creative writing, la scrittura di un romanzo. L'autrice fu invitata spesso sul set del film. Ne divenne quasi parte, durante la stesura del libro. Si può quindi dire che film e romanzo siano nati insieme ed entrambi sono basati sulla sceneggiatura di David Leslie Johnson. Solo che il libro - come è nella sua natura - approfondirà aspetti che nel film, più puntato su elementi visivi e d'azione, avrebbero rischiato di non avere il giusto peso.

Mentre aspettiamo il 22 aprile, data di uscita del film della Hardwicke (Thirtheen, Twilight), con Amanda Seyfried, Shiloh Fernandez, Max Irons e Gary Oldman, avremo la possibilità di addentrarci nel misterioso mondo cartaceo di questa fiaba dark. Con una particolarità. Il libro avrà un capitolo aggiuntivo, chiamato "segreto", che si potrà leggere online, a suo tempo, e che sarà una sorta di "raccordo" con il film stesso (EDIT: Mondadori mi ha garantito che il libro è "fatto e finito", poichè, però, la versione è identica a quella statunitense, faccio presente che le lettrici americane parlano di "finale mancante" o quantomeno di finale decisamente aperto. Fate le vostre valutazioni. Ambasciator non porta pena). Ma andiamo a dare un'occhiata alla trama (molto liberamente tratta dalla fiaba), sicuramente cara alle amanti della narrativa gotica e - anche se il romanzo è ambientato in tempi e luoghi non tipici del sottogenere - anche a quelle dell'urban fantasy (visto il tipo di creatura coinvolta...).

Daggorhorn è un villaggio medievaleggiante, da sempre gravato da una sorta di maledizione: per evitare tragedie peggiori, ogni anno, al lupo che infesta la zona, viene garantito un "sacrificio di sangue" a base di animali. Il villaggio, comunque, vive in uno stato di costante vigilanza/difesa (le case sono tutte a palafitta e hanno scale retrattili).

Valerie, la bella protagonista, ben poco interessata alle dinamiche amorose, a un certo punto, però, si fidanza con il bello del paese, Henry Lazar. Il caso vuole, però, che di lì a poco, faccia ritorno l'amico d'infanzia e primo "amorino" della ragazza, Peter. La scintilla, rimasta sopita per tanti anni, divampa e i due ragazzi s'innamorano.

Poi accade un fatto terribile: il lupo che, fino ad oggi, si era accontentato di animali, rompe la tregua e uccide una persona. La sorella di Valerie, Lucy.

Da qui le cose precipitano, anche perchè padre Salomon, chiamato per far luce sulla tragedia, mette il paese con le spalle al muro attestando che il lupo non è una bestia qualsiasi, ma è un lupo... mannaro! E che quindi potrebbe avere le sembianze di qualsiasi abitante del villaggio.

Il panico dilaga, così come il clima di sospetto. E Valerie stessa comincia a dubitare anche dei suoi due spasimanti. Come si evolveranno le cose? Sarà davvero come, a un certo punto, sembrerà? O ci saranno spiegazioni diverse? Lo sapremo solo leggendo il libro, il capitolo segreto e guardandoci quello che, osservando il trailer, sembrerebbe un bel film-favola per adolescenti. Staremo a vedere...

Sarah Blakey-Cartwright
Cappuccetto Rosso Sangue, 2011 (Red Riding Hood, 2011)
Mondadori
€ 17,00
Uscito il 29 marzo

Trailer del film:

Monica Cruciani alias AyeshaKru scrive di fantasy e fantastico in generale, principalmente di urban fantasy & paranormal romance, sia per young adults che per adulti. Potete trovare qui gli ULTIMI ARTICOLI e qui lo SCHEMA delle serie in corso. Sotto-tema di oggi: mannari.
  • shares
  • Mail