Che ci fa Petrarca a Montpellier?

Il poeta italiano all'onore, per una quattro-giorni di incontri dal carattere storico-contemporaneo.

Sono cominciati il 15, per terminare domani, il 19 luglio 2013 e, udite udite, questi incontri che gravitano intorno ad alcune implicazioni contemporanee del pensiero di Francesco Petrarca, non si tengono nel Belpaese, patria del poeta, ma in Francia, e precisamente in quel di Montpellier. E non è storia recentissima, dato che l'evento, intitolato appunto "Les Rencontres de Pétrarque", è già arrivato alla sua XXXVIII edizione.
Organizzati da due giganti del mondo dei media d'oltralpe come France Culture et Le Monde, sul tema "Guerre ou paix?”, sono seguiti in diretta twitter direttamente sul sito del grande quotidiano francese da @Jean Birnbaum, responsabile della sezione Le Monde des Livres, queste occasioni di riflessione sono infatti ispirati ad una delle tre "corone fiorentine" (con Dante e Boccaccio). Intellettuale completo e attento, animato da aliti di passione civile, fusi in parole d'amore, Petrarca ispira ancora oggi nella terra che fu testimone di alcuni anni della sua vita e anche dell'incontro capitale con l'amata Laura, incontrata il 6 aprile 1327, venerdì santo, nella chiesa di Santa Chiara ad Avignone.
Lo spessore dell'evento ci appare proprio attraverso alcuni cinguettii del suddetto esponente, impegnato in una diretta lunga e completa, tra i quali ne abbiamo scelto uno che mette l'accento sulla permanenza della cosiddetta "questione algerina" all'interno della società francese odierna:


Foto by by Hulton Archive/Getty Images. Tutti i diritti riservati.

Via | lemonde.fr/culture

  • shares
  • Mail