Fenomenologia di Umberto Eco, di Michele Cogo

Fenomenologia di Umberto Eco, di Michele CogoPer un mio gusto tutto particolare, se in un libro ci sono schemi, schede e appendici sono le prime cose che guardo. E nel saggio di Michele Cogo dal titolo Fenomenologia di Umberto Eco. Indagine sulle origini di un mito intellettuale contemporaneo, schede e appendici sono veramente illuminanti per la lettura del libro stesso. Troviamo la mappa geografica delle trentasei lauree honoris causa di cui Umberto Eco è insignito (ne ha trentasette, in verità: l'ultima gli è stata conferita nel 2010, ma il libro riporta l'elenco fino al 2009); la lista degli inviti ricevuti da Eco in un determinato periodo (vengono analizzati centouno giorni e si nota che in quel trimestre Eco ha ricevuto centosette inviti provenienti da ogni parte del mondo per parlare di svariati argomenti o scrivere o redigere prefazioni o introdurre o intervenire...). E ancora, l'analisi semantica degli aggettivi (divisi in commenti su Umberto Eco e commenti sui suoi lavori) presenti nei vari articoli che nel corso degli anni parlano di Umberto Eco e riproduzione di articoli di giornali che si sono occupati di lui.

Fenomenologia di Umberto Eco analizza, infatti, duecentoquarantuno articoli pubblicati sulla stampa italiana dal 1958 al 1964 aventi come tema proprio Umberto Eco. L'idea di Michele Cogo – sceneggiatore, scrittore e dottore di ricerca in studi sulla rappresentazione visiva – è stata quella di studiare un po' l'origine del “mito Eco”, che, ricordiamolo, a soli trentadue anni (nel 1964 appunto) diviene il principale intellettuale italiano, alla pari di Italo Calvino o Pier Paolo Pasolini. Una sorta di teogonia di Umberto Eco che ci fa avvicinare un po' di più “all'uomo che sapeva troppo, il dotto enciclopedico che ha anticipato l'avvento di Google e Wikipedia”, per usare le parole di Paolo Fabbri nell'introduzione.

Il titolo prende l'avvio da un testo dello stesso Eco (Fenomenologia di Mike Bongiorno – 1961) e, per dirla con l'autore, chiude quasi un cerchio, più volte invocato e utilizzato da vari scrittori e giornalisti italiani. Un saggio che parte dalle origini del mito ma guarda anche all'oggi, con il capitolo finale sull'Umberto Eco contemporaneo. Uno studio interessante e di gradevole lettura che aiuta a capire le diverse sfaccettature di un personaggio così importante quale è il professor Eco.

Michele Cogo
Fenomenologia di Umberto Eco.
Indagine sulle origini di un mito intellettuale contemporaneo

introduzione di Paolo Fabbri
Baskerville, 2010
ISBN 978-88-8000-310-6
pp. 182, euro 22,00

  • shares
  • Mail