Bookswap, un evento intelligente per condividere il piacere della lettura

Bookswap, un evento intelligente per condividere il piacere della lettura
Qualche anno fa, di sicuro molti di voi se lo ricordano, parva destinato a far successo un bizzarro modo di scambiarsi i libri, il bookcrossing, grazie al quale ognuno poteva seminare per il mondo i suoi libri confidando che qualcuno, prima o poi, li avrebbe trovati e, dopo averli letti, li avrebbe rimessi in circolo.

L'evento che è stato organizzato a Milano per domenica 6 marzo (dalle 17 alle 21 nel chiostro del Teatro Grassi) da "tre amanti appassionate delle buone storie e delle parole intelligenti", vale a dire Arianna Chieli (giornalista e scrittrice), Gabriella Grasso (giornalista di Cosmopolitan) e Elena Torresani (Blogger), e si intitola, a differenza del suo famoso predecessore, Bookswap.

Il concetto è più o meno lo stesso, ma allo "scambiare i propri libri, condividere il piacere della lettura", obiettivi alal base anche del bookcrossing, questa iniziativa aggiunge un terzo fattore, il fattore umano, vale a dire "l'aprirsi a nuovi incontri", vale a dire il socializzare.

Con i tempi che corrono, insomma, non è più solo l'oggetto libro, messo in difficoltà dall'arrivo delle nuove tecnologie e dei nuovi formati digitali, ad avere bisogno di un sostegno, ma anche e, mi permetto di dire, soprattutto, la nostra vita sociale, messa in difficoltà dalla virtualità di network che la scimmiottano e che, a molti, sembrano aprire un mondo, mentre invece troppe volte, lo chiudono.

Via | Bookswap.it

  • shares
  • Mail