Un abbozzo di sorriso sul dagherrotipo di Poe: migliaia di lettori da tutto il mondo a difesa della casa museo di Baltimora

Torna il sorriso sul dagherrotipo di Poe: migliaia di fan da tutto il mondo a difesa della sua casa di Baltimora I lettori più attenti di queste pagine si ricorderanno senz'altro che qualche giorno fa vi avevo segnalato la disgraziata decisione del sindaco di Baltimora che, smanioso di emulare il nostrano Sandro Bondi, aveva deciso di togliere i fondi per il mantenimento della casa museo di Edgar Poe, destinandola ad una fine degna della famosa Casa degli Usher, sprofondata in una palude alla fine di uno dei più famosi raccconti di Poe.

Ma probabilmente il sindaco di Balitmora ignorava che il maestro dell'incubo, sebbene sia morto da più di centosessanta anni, ha ancora una platea di appassionati in ogni parte del mondo e probabilmente non si aspettava che il comitato nato in difesa di Casa Poe sarebbe riuscito a raggiungere l'obiettivo di 5000 firme che si era proposto.

E invece le 5000 firme sono arrivate, in pochi giorni e, almeno a quanto dichiara il comunicato di AdnKronos, molte di queste firme provengono proprio dall'Italia. Ora, non so quanta della gente che ha letto quel mio breve post sia corsa a firmare la petizione, però è bello pensare di avere contribuito a difendere anche solo con dieci firme (vedremo poi con quanto successo) la casa di Edgar Poe.

Via |AdnKronos

  • shares
  • Mail