Musica e orologi, di Alicia Steimberg

steimbergNon è difficile capire com'era la situazione in Argentina ai tempi di Peron: "1. I peronisti erano dei figli di p* 2. Gli antiperonisti erano dei figli di p*, ma camuffati", come dice ad Alicia sua madre (che " se c'è una cosa di cui non si può accusarla è di essere inconsistente", avendole altresì chiarito che 3. Tutti gli uomini erano dei figli di p* 4. Tutte le donne, comprese quelle della famiglia e le amiche, erano delle figlie di p*, ad eccezione della mamma stessa").

D'altronde, come racconta Alicia Steimberg in "Musica e orologi", un romanzo che racconta infanzia e adolescenza di una famiglia ebrea di orologiai trasferitisi in Argentina, in quel periodo si imparò in fretta a vivere senza burro. Anzi, "si può vivere senza zucchero, e anche senza stufa. E' solo questione di mettersi più roba addosso, usare ciabatte pesanti e andare a letto presto, con la borsa dell'acqua calda e un buon romanzo. I libri non mancano mai".

E così la vita continua pressappoco uguale a prima: con le segretissime lezioni di catechismo da Maria Belèn, che vuole convertire Alicia ebrea al cattolicesimo e che ha giurato alla sua vecchia madre di non abbandonarla mai. E quindi se Maria Bèlen va a letto con tutti - scapoli e ammogliati - lasciatela vivere, tanto non si sposerà mai, come dice zia Otilia, una delle 'belve', come la Nonna chiama le sue figlie femmine.

Belve cresciute a bieda e limone, mica a capellini e latte come il padre di Alicia, morto giovane, poverino, per l'inconsistenza della sua dieta, come la Nonna si ostina a dire, essendo lei indiscussa depositaria dell'unica vera ricetta per la vita eterna:

"esso consisteva in una serie di regole così semplici, che era incredibile che nessun altro, a parte lei, ne fosse a conoscenza e le praticasse...bietole bollite sotto un albero di limone. (...) Mia nonna diceva che il novanta per cento dei mali dell'uomo vengono dalla stitichezza (...) Benchè avesse una profonda conoscenza dell'argomento, lei ne soffriva più di ogni altro. Quando riusciva a muovere il ventre, per un po' di tempo se ne andava in giro con un grande sorriso, lo raccontava a tutti ed era persino capace di scherzarci su o ripensare alla primavera di Kiev"

Sotto ai nostri occhi il mondo di Alicia viene animato dal Nonno vegetariano e "filosofo" in quanto ex professore, ateo e fervente socialista, zie sempre a "pesca" di mariti e pronte a litigare a ogni occasione in cui si incontrano sotto lo stesso tetto, lunghe lettere di rimprovero della madre atte a reprimere le eventuali pulsioni sessuali della figlia, una girandola di cronache famigliari attraversate da deliziose venature di umorismo yddish. Consigliato.

A. Steimberg
Musica e orologi
Lantana ed.
16.50 euro

  • shares
  • Mail