Vendere il tuo libro con successo, di Stephen Brown

Vendere il tuo libro con successo, di Stephen BrownNon un libro di puro marketing (testi che, spesso, o sono così specifici da essere fruibili solo da utenti specializzati o così pieni di “buoni consigli” da risultare stucchevoli) ma un testo che, prima di tutto, invita a guardarsi intorno e a leggere per poter comprendere meglio come far sì che tutti leggano quel che si è scritto. A ben guardare, infatti, il modo migliore per poter proporre il proprio libro tanto a un editore quanto al pubblico dei lettori è quello di valutare cosa hanno scritto gli autori di successo, come lo hanno scritto e come si sono dati da fare per farsi conoscere.

I romanzi shopping-maniacali di Sophie Kinsella, le futuristiche favole sui consumi selvaggi di J.G. Ballard, i racconti sex ’n’ shopping di Jackie Collins e Candace Bushnell, la satira semioltraggiosa di Max Berry sui brand più rinomati e, non da meno, l’esilarante resoconto delle disavventure di David Foster Wallace su una nave da crociera caraibica, l’epitome del nostro “marketing dell’esperienza”, sono solo alcune delle numerose opere di narrativa contemporanea che toccano questioni di sales & marketing.

L'eBook Vendere il tuo libro con successo di Stephen Brown abbonda di esempi di scrittori che si sono rimboccati le maniche per farsi conoscere (e non parliamo di autori sconosciuti, ma di grandi nomi) che spesso (ma non sempre) avevano uno spiccato senso per la vendita e per gli affari e che sapevano reinventarsi per poter essere sempre sulla cresta dell'onda. Un esempio?

Georges Simenon, incontenibile autore di racconti polizieschi campioni di incassi, vendette se stesso grazie alla forza della sua prodigiosa produttività (e promiscuità) e a un certo punto si rese disponibile a scrivere una storia di Maigret in una gabbia di vetro, di modo che i lettori curiosi potessero guardarlo mentre creava un altro capolavoro. A ogni modo, dopo aver generato un’enorme risonanza pubblicitaria e non pochi commenti negativi in merito al suo sfacciato comportamento, Simenon cambiò idea sulla propria trovata, attirando in tal modo un interesse ancora maggiore.

Non solo lui. Anche Gabriele D'Annunzio

che a scopo pubblicitario inscenò la propria morte, scrisse romanzi piccanti sulle dame dell’alta società, si sposò e divorziò con la leggendaria attrice Eleonora Duse, costruì una gigantesca ed eccentrica residenza sul Lago di Garda, condusse un esercito raffazzonato di volontari nella città di Fiume e, al culmine della prima guerra mondiale, sorvolò le Alpi con un piccolo biplano per far piovere volantini propagandistici su Vienna. Coniò anche frasi a effetto e slogan più autocelebrativi – Me ne frego, Ognora desto, Semper adamas, Eia, Eia, Eia, Alalà – di quanto non lo sia pavoneggiarsi brandendo uno scettro. Come documenta un ammiratore iperentusiasta, Gabriele D’Annunzio era un “promotore molto più astuto di Miuccia Prada, Giorgio Armani, Gianni Agnelli, Luciano Benetton e Silvio Berlusconi messi assieme”

Forse non c'è bisogno di azioni così eclatanti (o forse sì), ma è pur vero che molte volte si pretende di essere letti senza nemmeno prendersi la briga di leggere (e lo sa bene chi lavora in casa editrice: la presunzione degli scrittori a volte è nauseante, diciamolo senza mezzi termini) e senza preoccuparsi un minimo della propria creatura (“Ho fatto il mio dovere scrivendo; ora altri si diano da fare per far valere il mio genio!”). Lo scrittore timido, che se ne sta in disparte a soffrire per l'arte ha smesso di esistere da tempo (ma è mai esistito, in verità? O è solo una storiella edificante?). Come scrive Brown:

La mia proposta è che sia tu a prenderti personalmente la responsabilità delle tue operazioni di marketing. Non troverai le risposte in un manuale. Non puoi fare affidamento sugli altri. Se vuoi giocare a fare l’esteta effeminato, disprezzando il vile denaro, pagherai il prezzo più alto. Ignorare il capitale è un reato capitale, dovresti saperlo.

Splendida, per concludere, la citazione di Chapter & Verse di Bateman in cui un agente letterario dice allo sconosciuto autore:

Le recensioni non valgono un cazzo, Ivan. Nessuno le legge più. È solo questione di darsi un tono con qualche frase accattivante. Se tu avessi le tette e un bel sorriso, ti venderei per un milione. Ma sei solo uno scrittore brillante, e questo non basta più.

Stephen Brown
Vendere il tuo libro con successo
traduzione di Daria Bernardoni
40kBooks, 2011
ISBN 9788865860489
ePub con Social DRM
euro 3,90

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: