A mani alzate. Aforismi di Mauro Parrini

mauro parriniMolto probabilmente non morirò: come posso condividere qualcosa con questa umanità con cui non ho mai avuto nulla da spartire?

La splendida raccolta di aforismi di Mauro Parrini, professore di Filosofia e storia a Magenta è la dimostrazione che davvero a volte “solo tacere è meglio di un aforisma”, come scrive l'autore. Gli aforismi di Parrini sono nati – applicandovi una sua stessa definizione – da un mondo in rovina, sono “un'Apocalisse provocata da una puntura di spillo”.

E davvero per l'Apocalisse basta un buon aforisma, se “davanti alle questioni ultime non si può che vibrare. Ogni tentativo di risposta, compresa la fede, è violenza”: la banalità infatti “è una caratteristica del linguaggio, non della realtà. Chi tace non è mai banale, chi parla lo è quasi sempre”.

Aforismi, quelli di Parrini, che sono anche lenti d'ingrandimento sui tempi che viviamo al giorno d'oggi, quando “non avere niente da mostrare è imperdonabile, come una volta lo era avere qualcosa da nascondere”, oggi che è elegante “solo chi può permettersi di seguire la moda senza smettere di esserlo”.

Oggi “se la morte fosse un'istituzione vivrebbe la sua eclissi, messa in crisi com'è da forme più raffinate di distruzione; se essa non passa di moda è soltanto per il pregiudizio con cui gli uomini si ostinano a pensarla come un destino”, e “anestetici e analgesici non sono che piccole quantità di morte assunte quando si è ancora in vita: la triste pratica di un'umanità stanca di vivere e incapace di morire”.

E se molti per tutta la vita “pensano di essere in guerra col mondo, e poi si trovano a fare la pace solo con se stessi”, viene da pensare che si, forse è vero, “si è liberi solo nell'infanzia, il resto è un percorso obbligato tra l'ossessione erotica e quella della morte”. Quindi “se non avete ancora trovato la vostra strada, meglio: impiegherete più tempo per arrivare al fallimento”.

Io di sicuro ho fatto mia l'idea che "si scrive solo per rispondere all'io sconosciuto che ci portiamo dentro, e che ci parla con la nostra voce", e anche le due deliziose paginette di aforismi dedicate alla bicicletta, che "somiglia pù di ogni altra macchina all'aeroplano: essa riduce al minimo il contatto con la terra, e soltanto la sua umiltà le impedisce di volare". Si candida ad essere uno dei libri di aforismi che regalerò di più.

M. Parrini
A mani alzate
Pendragon
14 euro

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: