E infine il Vaticano s'incazzò

Toh! S'è svegliato il Vaticano, che sentendosi tirato in ballo da Il Codice Da Vinci, il best seller di Dan Brown, ha deciso di affidare al Cardinale Tarcisio Bertone il compito di stilare una lista di inesattezze contenute nel romanzo.
Ci comunica la notizia perfino il Guardian, mentre passa sottotono nelle testate italiane.

Il Cardinal Tarcisio Bertone è stato nominato dal Vaticano per identificare quelli che la chiesa chiama "errori vergognosi e infondati" contenuti all'interno del Codice di Da Vinci. Il Cardinale sta organizzando una serie di dibattiti pubblici che metteranno a fuoco le teorie di cospirazione e che cosa il Vaticano vede come "deviante" dei fatti nel cuore del thriller. [continua a leggere]

Dice il Cardinale in un comunicato dell'Arcidiocesi di Genova: «Sono rimasto davvero stupito che un libro fondato su tante inesattezze e su innumerevoli falsità abbia potuto avere il successo che ha avuto» ha dichiarato il Cardinale Bertone, «La diffusione mondiale del volume è direttamente collegabile all'ignoranza di alcune delle più elementari nozioni di storia e di religione. Meraviglia soprattutto che il volume si sia diffuso così tanto presso i nostri ragazzi e nelle nostre scuole tanto che molti giovani sono indotti a ritenere che le tesi esposte nel romanzo siano vere».



La prima di queste conferenze si tiene Genova tra qualche ora (alle 20.45 presso la Sala Quadrivium, Piazza S. Marta 2).

Ci piacerebbe sapere cosa si è detto, quindi genovesi trasformatevi in inviati speciali per una sera.

  • shares
  • Mail