Vita da illustratore. Intervista a Matteo Gubellini

gubellini
Matteo Gubellini è uno degli illustratori e autori di libri per bambini che preferisco. Le sue figure sembrano più che disegnate intagliate sulla carta, ombre di colore che all'improvviso si animano su un muro.

Matteo, la nascita di una passione come quella del disegno è nata in te grazie a degli illustratori in particolare?
"La passione per il disegno me la trascino fin da bimbo, e fin da allora il mio sogno principale è quello di comunicare attraverso il disegno, e di rendere questa passione il mio lavoro. Poi attraverso tempo ed esperienze si sono intrecciate l'amore per le parole e quello per la musica".

Ti ispiri a qualcuno, per il tuo stile?
"Naturalmente le influenze sono innumerevoli, inevitabile conseguenza del gusto maturato nei confronti di pittori, fumettisti, illustratori, registi, ma anche scrittori e musicisti naturalmente. All'interno del mio sito c'è una sezione chiamata "debiti", nella quale esprimo dichiarazioni d'amore nei confronti di alcune di queste ascendenze".

Quanto è difficile farsi conoscere da un editore, per una persona che fa il tuo mestiere?
"A volte non è difficile farsi apprezzare da un editore, ma in Italia è spesso inverosimile che le cose di un certo valore vengano pubblicate, e quindi riconosciute. C'è qua da noi più che altrove una situazione stagnante, che raramente offre opportunità. Personalmente ritengo a volte determinanti gli appuntamenti delle fiere di settore, dove son superiori le possibilità di fare gli incontri giusti. Per me è cominciata così".


Un libro per bambini di cui avresti voluto illustrare la copertina.
"Amo comprare libri per bambini, e per ciascuno di questi nutro un interesse tecnico e un affetto particolari. E questi libri son "giusti" così, con i loro pregi, difetti e con la loro copertina. Vorrei continuare a fare copertine per i libri che mi commissionano e per le mie storie".


Ci suggerisci un libro (per bambini o meno) che ti è piaciuto, da regalare a Natale?
"Ho appena comprato un libro illustrato, pubblicato dalla Logos. Si tratta di "Amantes", di Ana Juan. Amantes è un libro il cui formato non valorizza le immagini, anche alla luce di un testo minimale che avrebbe a mio avviso dovuto accompagnarsi a illustrazioni molto più grandi. Ana Juan è un'artista spagnola che ha elaborato uno stile deciso e personale, in cui personalmente riscontro ascendenze ben precise, da Grosz al rigore denso del Novecento Italiano a Balthus, ma non solo. Un lavoro davvero notevole".

  • shares
  • Mail