Riviste letterarie: l'anti-Natale di Finzioni magazine

finzioni Basta, prima o poi io questi di Finzioni li dovrò conoscere. Hanno delle idee che ogni volta mi dico 'ma perchè a me non è venuto in mente'. Vabbè. Allora: vado a condividere con voi una loro iniziativa molto divertente.

Al bando i soliti consigli di libri da regalare a Natale 'per fare bella figura'. No no. A Natale - suggeriscono loro - regalate libri anche per altri motivi, dai: per vendicarvi, ad esempio. Così alla collega antipatica, suggerisce Jacopo Cirillo, affibbiate Diceria dell'Untore di Gesualdo Bufalino, e le sue "espressioni come: “una poltiglia di sillabe balbe rimasticate in eterno da mascelle senili”, “le metafore dell’emottisi”, “i quagli petrosi del suo difficoltoso emuntorio" e tanto altro che la mia mente ormai rifiuta di ricordare".

Insomma, "beccati questa, collega che se la tira! Adesso durante le pause caffè sarai obbligata a commentare il nostro regalo e passare nottate intere sul dizionario per sapere cosa diavolo sono le emottisi". E al capo? "Optate per un libro comico, anzi, meglio, satirico: 'Spinoza. Un libro serissimo' - suggerisce eFFe - ...Una freddura o una barzelletta rilassano e generano benevolenza nei confronti del prossimo, cioè voi...". Aspettiamo altri consigli cattivi.

  • shares
  • Mail