Le recensioni di Ron Charles, ovvero la faccia divertente e sarcastica della critica letteraria


Non c'è certo bisogno di commissionare un'indagine all'Euriskos per sapere che tra gli attributi principali della critica letteraria, secondo la maggior parte della gente – compresi la maggior parte dei lettori comuni – sono la noia, la pedantezza e l'inutilità. Tecnicismi, citazioni auliche, tonalità vocali piattissime, capacità di stupire pari a zero, sono queste le caratteristiche che trasformano spesso le comunicazioni letterarie, su qualsiasi supporto, dalla radio alla televisione alla carta stampata, in inascoltabili o illeggibili cascate di parole inutili (inutili perché prive di pubblico, sia chiaro).

Ma non sempre è così, basti vedere per esempio una qualsiasi delle recensioni atipiche realizzate dal professore americano Ron Charles, concentrati di sarcasmo imperdibili che gli hanno permesso di riprendere la sua attività di critico letterario sul Washington Post dopo che, per mancanza di interesse del pubblico, il supplemento "Book World" – che lui stesso dirigeva – era stato chiuso.

E così Ron Charles, costretto a sfruttare tutta la sua versatilità, si è inventato queste schegge di puro divertimento, intitolate «Totally Hip Video Book Reviews» che, grazie ai potenti mezzi di internet e del Washington Post, ora sono sulla cresta dell'onda e del gradimento del pubblico americano. Il consiglio che vi do, almeno per coloro che masticano a sufficienza l'inglese, è di vederveli tutti.

Via | El Aleph Blog

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: